Calcio. Mister Naccarella: 'Mai stato allenatore del Lanciano 1920'
GUARDA LE FOTO

Era l’allenatore virtuale del Lanciano 1920. Perché nella realtà non lo è mai stato nero su bianco. Giuseppe Naccarella precisa in una nota che non ha mai firmato nessun contratto con il Lanciano 1920. Tra lui e il presidente Fabio De Vincentiis, in data 27 luglio, c'è stato solo un accordo verbale, che è decaduto il 3 agosto, nel momento in cui De Vincentiis ha posto sul mercato il Lanciano Calcio.

Pertanto le notizie che lo hanno accostato al Lanciano sono del tutto prive di fondamento. Il Lanciano 1920 ha dunque avuto per 25 giorni circa un allenatore a parole ma nella sostanza nulla.

E' questo, fra le tante notizie che si alternano di ora in ora, un altro fulmine a ciel sereno che piomba sui tifosi rossoneri, ancora in attesa da settimane di una risposta circa la vendita della società a Settimio Colangelo (o altri eventuali acquirenti) che ha presentato giovedì scorso, presso lo studio notarile Pace, una proposta d'acquisto per il titolo sportivo rossonero e che ha ricevuto 48 ore per avere una risposta dal presidente De Vincentiis. La telenovela si arricchisce, quindi di un nuovo elemento, restiamo in attesa di nuovi colpi di scena. Che non mancheranno vista la gestione De Vincentiis.

Così ha comunicato Giuseppe Naccarella: “Alla luce delle varie e ripetute notizie riguardanti un mio accordo con la società Lanciano Calcio, accordo che sarebbe stato formalizzato con nero su bianco, tengo a precisare che questa notizia è priva di fondamento. Il sottoscritto non ha mai firmato nulla che lo vincolasse alla società frentana. L'accordo di natura verbale preso lo scorso 27 Luglio con il presidente De Vincentis, è decaduto lunedì 3 Agosto quando lo stesso presidente mi ha comunicato la decisione di mettere in vendita la società. Pertanto, non avendo sottoscritto alcun accordo, sono sempre stato libero di considerare qualsiasi nuova opportunità mi venisse o mi verrà prospettata. La mia reputazione e la mia immagine sono sempre state limpide, e tali restano. Fermo restando che in una piazza così importante nel momento in cui ci fosse una nuova proprietà sarei felicissimo, nel caso in cui mi fosse richiesto, di poter lavorare al meglio delle mie possibilità”.

Uranio Ucci

@RIPRPDUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 864

Condividi l'Articolo