Calcio. Il Lanciano pareggia col Casalbordino ed è in Eccellenza. Le foto della festa...
GUARDA LE FOTO

LANCIANO 0 CASALBORDINO 0

Lanciano: Sinopoli (1' st Di Vincenzo), Boccanera, De Santis (38' st Zela E.), Avantaggiato, Scudieri, Natalini, Quintiliani, Petrone (22' pt Trisi), Cianci (40' st Giancristofaro), Di Gennaro, Sardella. A disposizione: Quacquarelli, La Selva, Zela D., Malvone, Del Bello. All. Del Grosso.

Casalbordino: Opara, Del Bonifro, Canosa (30' st Di Donato), Di Pasquale, Frangione, Fusaro, Palumbo, Piccolo (41' st Ndiaye), Erragh (20' st Tornosa), Bangue, Coffie (8' st Minichiello). A disposizione: Di Sante, Santini, Paoloemilio, Sunday. All. Vecchiotti.

Arbitro: Alessio Speziale di Pescara

Note: ammonito Fusaro. Circa 1.600 gli spettatori, e sugli spalti tanti studenti, merito dell’iniziativa "Dai un nome alla mascotte della tua squadra". 

E' qui la festa. Con tre giornate d’anticipo sul termine del campionato di promozione abruzzese, il Lanciano conquista la matematica promozione in Eccellenza grazie al pareggio con il Casalbordino e alla sconfitta della Bacigalupo Vasto Marina contro il Sant’Anna. E' la seconda promozione consecutiva per la formazione del presidente De Vincentiis, raggiante al termine della gara: "Una splendida promozione - dice - cercata e voluta con tutte le nostre forze".

Il Casalbordino strappa al Lanciano 4 punti quest’anno ed è la migliore formazione vista allo stadio Biondi. Nel primo tempo è gara aperta con rapidi capovolgimenti di fronte e a tratti è il Lanciano a dover giocare di rimessa, tanto forte è la pressione del Casalbordino. Le migliori occasioni del primo tempo per i rossoneri le avrà Sardella, al 13°, imbeccato da capitan Di Gennaro e che si vedrà respingere il tiro dal bravissimo Opara. Qualche minuto dopo nuova occasione per Sardella, respinge sempre l’estremo difensore del Casalbordino. Al 21° è il Casalbordino a presentarsi davanti la porta del Lanciano, e Sinopoli ci deve mettere un piede per evitare la capitolazione. Le occasioni per il Lanciano si susseguono: ci prova Mario Quintiliani con un bel colpo di testa, e sempre Opara ben piazzato tra i pali intercetta il tiro. Poco prima del termine della prima frazione di gioco prima De Santis per il Lanciano e poi Bangura per il Casalbordino scaldano le mani degli spettatori. Il secondo tempo è meno piacevole del primo, e ne approfitta soprattutto il Casalbordino che conquista le occasioni migliori, ma ampi segnali arrivano dalla panchina del Lanciano, e al triplice fischio finale scatta la festa rossonera.

De Vincentiis ringrazia tutti, dai tifosi ai collaboratori, ai giocatori, a mister Del Grosso. Adesso l’obiettivo principale è conquistato e la ciliegina sulla torta sarebbe la Coppa Italia, la cui finale si disputerà giovedì 25 aprile contro il San Gregorio sul neutro di Silvi Marina.

Articolo e foto a cura di Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1221

Condividi l'Articolo