Calcio. Il Lanciano batte il San Gregorio ai rigori e vince la Coppa Italia - Le foto dei festeggiamenti
GUARDA LE FOTO

LANCIANO 4  SAN GREGORIO 2

Il Lanciano deve faticare per 120 minuti ma alla fine di una gara con poche occasioni e difronte ad un ottimo San Gregorio riesce a vincere ed aggiudicarsi la Coppa Italia.

Lanciano Calcio: Di Vincenzo, Giancristofaro (5° st Cianci), De Santis, Avantaggiato, Scudieri, Natalini, Quintiliani, Zela, La Selva, Di Gennaro, Boccanera (1°st Liberatoscioli) A disposizione: Kossiakov, Trisi, Quaqquarelli, Luciani, Malvone, Del Bello, Sardella. Allenatore Alessandro Del Grosso

San Gregorio: Di Casimiro, Fabi, Gizzi, Miocchi, Solomakha, Valente, Lenart, Nanni (37°st Lepidi), Fasciocco, Fonti, Passacantando. A disposizione Di Fabio, Rotellini, Baracco, Aconito, Camara, Ceselli, Gianfrancesco, Cocciolone. Allenatore: De Angelis Roberto

Arbitro: Matteo Maria Giallorenzo della sezione di Sulmona

Note: Per il Lanciano segnano La Selva, Avantaggiato, Di Gennaro, Scudieri; per il San Gregorio reti di Solomakha e Fabi

Si gioca sul campo neutro Ughetto Di Fabio di Silvi Marina, davanti ad una bella cornice di pubblico, con buona rappresentanza da ambo le contendenti. Avversario del Lanciano è il San Gregorio (Aq), compagine fondata nel 1975, la più longeva del capoluogo di regione.

Nel primo tempo il San Gregorio ha il controllo del gioco, lo dimostrano i calci d’angolo battuti dalla formazione nerazzurra, che non riesce comunque ad avere chiarissime occasioni da gol. Il Lanciano, dal proprio canto, gioca per lo più di rimessa puntando l’area avversaria ed affidandosi a qualche calcio di punizione da fuori. Intorno alla prima mezz'ora si registra la migliore occasione del Lanciano e sul capovolgimento di fronte il San Gregorio ha la sua migliore occasione.

La seconda frazione di gioco si apre con un fischio per fuorigioco a capitan Di Gennaro, mentre si invola verso la porta del San Gregorio. Adesso è il Lanciano che pressa; mister Del Grosso fa entrare Cianci che subito ha una buona occasione, ma il portiere del San Gregorio para a terra. Al 17° La Selva si procura un calcio di punizione, sui cui sviluppi Di Casimiro riesce a negare il gol, deviando la palla sul palo e sul conseguente calcio d’angolo parata a terra. Il Lanciano colleziona calcio d’angolo e su uno di questi, al 23° Natali si vede negare la gioia del gol. Al 30° è il turno di La Selva che si vede deviare la palla di quel tanto che basta per oltrepassare la traversa. Subito dopo ci prova Cianci, ma la porta sembra stregata per gli attaccati rossoneri.

Al 47° ci prova De Santis, ma la battuta a rete viene respinta da un calciatore del San Gregorio che si trova sulla traiettoria. Si va ai tempi supplementari, dopo tre minuti di recupero.

Durante il primo tempo supplementare non ci sono occasioni clamorose, mentre nel secondo tempo supplementare il Lanciano ha l’occasione di chiudere la gara, prima con un traversone di Cianci e che La Selva per pochissimo non riesce ad intercettare e poi sempre con La Selva che in contropiede, spedisce la sfera fuori facendosi ipnotizzare da Di Casimiro.

Si va alla lotteria dei calci di rigore, i rossoneri sono più precisi degli avversari riuscendo a mettere nel sacco quattro reti, mentre un super Di Vincenzo abbassa la saracinesca e nega i gol ai calciatori del San Gregorio. Al gol di Scudieri l’urlo di gioia conquista le gole dei tifosi rossoneri, perché il Lanciano porta a casa, dopo la vittoria in campionato anche la coppa Italia. E adesso già si pensa alla sfida contro la vincente del girone A, ma prima c’è l’ultima partita di campionato in programma per domenica prossima contro la Bacigalupo Vasto Marina.

Foto e articolo a cura di Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 630

Condividi l'Articolo