Calcio. Eccellenza. Pari del Lanciano con il Delfino Flacco Porto

Delfino Curi Pescara 0  Lanciano Calcio 0

Delfino Curi. Calore, Sabatini, Paolilli, Di Giovacchino, Petrarulo, Gobbo, Giannini, Lupo, Cozzi, Marzucco, Massa. A disposizione, Santoro, Demirtas, Starnieri, Palmisano, Falco, Rosini, Tamborriello, Di Stefano, Palmariciotti. Allenatore Sandro Spinozzi

Lanciano Calcio 1920. Elezaj, Labonia, Tommaselli, Prioreelli, Mingolla, Scipioni, Crudo, Hyseni, Bocchio, Bellitta, Bertino. A disposizione Maltempi, Cimino, Daleno, Fasoli, Mazzieri, Bodo, Ciotola, Mariano, Rei Allenatore dei portieri Luca Di Toro.

Arbitro: Manuel Franchi di Teramo, coadiuvato da Rosoul Mohamed Abdulzahara e Claudio Habazaj dell'Aquila.

Lanciano ancora orfano di allenatore in panchina, forse l'annuncio in settimana, ma fermamente non intenzionato a sfigurare nell'impegno odierno contro il Delfino Curi.

Si gioca sul sintetico di Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo (Pe). In classifica un solo punto divide le due compagini, che vivono ancora nel ricordo di quel campionato di 25 anni or sono, in cui si lottava per la serie D. Squadre che si studiano per gran parte della gara e a farne le spese è il taccuino che rimane inesorabilmente in bianco. Il Lanciano è più intraprendente, mentre i padroni di casa si affidano al gioco di rimessa. Il primo tempo lo possiamo riassumere con due azioni, una per parte.

La prima a favore dei padroni di casa, allorché Sciponi tocca la palla con la mano e impedisce di fatto a Petrarulo di presentarsi da solo davanti all'estremo difensore frentano. In questo caso l'arbitro sanziona Scipioni con il giallo, giudicando l'azione come non chiara azione da gol, altrimenti sarebbe stato rosso diretto. La seconda azione a favore dei rossoneri, con Bellitta, che, da buona posizione, sul finire della prima frazione spedisce la sfera a stamparsi sulla traversa. Si spera che il secondo tempo possa portare qualche emozione in più.

Ad avvio, il Lanciano sfiora la rete con Hyseni, poi si fanno sentire le tre gare nel giro di otto giorni e la mancanza di cambi, che costringe il Lanciano a chiudersi in difesa. Il Delfino, approfitta immediatamente del calo fisico dei rossoneri, cingendo d'assedio la porta difesa da Elezaj, ma l'attenta retroguardia lancianese fa buona guardia sventando ogni pericolo. Primo 0 – 0 frentano, che continua nella striscia positiva ma vede allontanarsi la vetta della classifica.

Il Cupello di mister Panfilo Carlucci, che viaggia a punteggio pieno, ha ottenuto la sua 5° vittoria consecutiva. Unico neo della giornata, la perdita dell'imbattibilità dell'estremo difensore, Mattia Di Vincenzo, che vede sfumare la sua imbattibilità dopo 419 minuti. Al secondo posto della classifica troviamo l'Avezzano, oggi vittorioso per 4-2 contro il Giulianova, ma quanta paura allo stadio “Dei Marsi”. Giallorossi in vantaggio per due volte, e due volte ripresi. Vantaggio ospite al 2° minuto con Cissè e pareggio di Pendenza due minuti dopo. Nuovo vantaggio per il Giulianova con Buona voglia al 12° e pareggio, questa volta su calcio di rigore, di Dos Santos, che prima si vede respingere la palla dal portiere, e poi favorito dal rimpallo, ribadisce la sfera in rete. Il vantaggio dell'Avezzano al 29° del secondo tempo sempre con Pendenza e quarta rete messa a segno da Blanco nei minuti di recupero. Al terzo posto, troviamo l'Aquila, corsara su campo della Torrese.

La classifica corre e se i rossoneri vorranno confermare le promesse fatte ad inizio stagione, devono necessariamente rimboccarsi le maniche. Domenica prossima, i frentani ospiteranno il Sambuceto, oggi vittorioso contro il Pontevomano, con due reti di una vecchia conoscenza dei tifosi rossoneri, Stefano Miccichè, ingaggiato in settimana dalla società viola, insieme ad un tecnico, Donato Ronci, che fino a mercoledì scorso era dato come prossimo occupante della panchina rossonera. Siamo solo alla 5° giornata, e il campionato di Eccellenza comincia a farsi interessante. Ultimo interrogativo, riuscirà la società frentana a risolvere i problemi burocratici per consentire ai tifosi di occupare le gradinate del Biondi? Staremo a vedere.

Queste le altre gare: Alba Adriatica – Casalbordino 2-1, Avezzano – Giulianova 4-2, Bacigalupo – Villa 5-2, Delfino - Lanciano 0-0, Penne – Montesilvano 0-1, Renato Curi Angolana – Spoltore 1-4, Sambuceto – Pontevomano 2-1, Torrese – L'Aquila 0-2, Cupello - Capistrello 4-1

La classifica dopo la 5° giornata

Virtus Cupello 15, Avezzano 13, L'Aquila 12, Giulianova, Montesilvano 10, Torrese, Delfino Curi 9, Spoltore, Lanciano 8, Bacigalupo, Sambuceto, Alba Adriatica 6, Capistrello Casalbordino, Penne 4, Renato Curi Angolana 3, Villa 1, Pontevomano 0. 10 ott. 2021

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1004

Condividi l'Articolo