Calcio. Eccellenza, finisce in parità il derby tra Chieti e L'Aquila

Termina 1 – 1 la tanto attesa gara tra il Chieti e L'Aquila. Il punteggio finale matura nel corso del primo tempo, ed al vantaggio teatino con Mariani su rigore, al 25°, risponde Pellecchia al 36° che con una precisa punizione infila al set la palla. Pomeriggio di sole allo stadio Guido Angelini e primavera che finalmente sembra arrivata. Assente il pubblico sugli spalti, Chieti e l'Aquila hanno dato vita ad una bella gara, sopratutto nel corso del primo tempo, con rapidi capovolgimenti di fronte. Nel corso della ripresa, forse anche a causa del primo caldo stagionale, le squadre hanno dato l'impressione di accontentarsi della divisione della posta in palio. Anche le sostituzioni di mister Lucarelli, trainer del Chieti, non hanno dato l'esito sperato, come invece era già accaduto negli incontri precedenti. Sicuramente possiamo affermare di aver visto le compagini meglio attrezzate che ambiscono alla vittoria finale del campionato. Forse il Chieti ha perso l'occasione per poter allungare ulteriormente in classifica e mettere una seria ipoteca sul primo posto, d'altro canto, i rossoblu venivano da una settimana di riposo, ed avendo la gara di ritorno da disputare tra le mura amiche si potranno giocare il tutto per tutto.

Primo minuto e primo tiro dell'Aquila, para senza difficoltà Russo, estremo difensore del Chieti, al suo esordio, a causa della mancata disponibilità di Matteo Forti. I neroverdi, come si dice in gergo prendono le misure agli Aquilani e seppur questi ultimi cercano con un maggior possesso di palla di imbastire azioni degne di nota, il Chieti si rende più pericoloso. Prova dalla distanza Puglielli, para l'estremo difensore rossoblu. Al 24° un episodio fondamentale della gara, palla rubata sulla trequarti dal Chieti, l'azione si sviluppa lunga la fascia sinistra, poi in rapida successione in area rossoblu, ad una prima ribattuta seguono alcuni rimpalli, finché il n°4 neroverde non viene agganciato in area, l'arbitro che si trova a meno di un metro decreta il calcio di rigore, sul dischetto si porta Mariani e infila la rete, sfatando l'imbattibilità della porta Aquilana.

I rossoblu reagiscono, e una manciata di minuti dopo il vantaggio neroverde, raggiungo il pareggio. Un ingenuo fallo di mano, che se omesso avrebbe portato ad una palla che sfilava oltre la linea di fondo, fa decretare al direttore di gara il calcio di punizione. La posizione è propizia, lungo la linea che delimita l'area grande, sulla palla arriva Pellecchia, pochi minuti prima aveva provato dalla stessa posizione a mettere la sfera al centro, ma l'azione non era andata a buon fine; questa volta batte con un sinistro a giro, la palla scavalca tutti, anche l'estremo difensore neroverde, che la vede carambolare oltre la propria mano ed infilarsi in rete con una velocità da moviola, pareggio e tutto da rifare. Prima della conclusione del primo tempo, Farindolini ha la possibilità di portare nuovamente in vantaggio il Chieti, ma la risposta dell'estremo difensore rossoblu è superlativa e il primo tempo termina con il punteggio di 1 – 1.

Nella ripresa l'Aquila mantiene il bandolo del gioco, per buona parte della gara, ma sono poche le azioni degne di essere annotate. Al 76° il Chieti ha due occasioni, che si concludono con il nulla di fatto. Consorte, prima del triplice fischio finale avrebbe l'occasione per i teatini di chiudere la gara, ma la difesa rossoblu, seppur a fatica e salvando quasi sulla linea riesce a liberare. Un pareggio giusto, alla fine, che consolida la posizione in classifica al primo posto del Chieti e porta l'Aquila a quota 4.

Nell'altra gara in programma Avezzano e Delfino Flacco Porto hanno pareggiato per 1 – 1. Al 10 °del primo tempo i marsicani su sono portati in vantaggio con Spinola, raggiunti al 32° dal Delfino, che metteva a segno la rete con Oule Tine Mori. Secondo pareggio consecutivo fra le mura amiche dei marsicani e secondo punto in classifica, che si preparano ad affrontare sabato prossimo l'Aquila.

Ricordiamo che la gara tra Capistrello e Lanciano non si è disputata, a causa di diversi calciatori rossoneri che sono risultati positivi al Covid. Il Lanciano, al momento, ha due gare da recuperare, e sperando che la situazione migliori si resta in attesa di notizie. Infatti il prossimo turno di campionato è previsto per sabato 1° maggio, e qualora dovesse persistere la situazione di positività al contagio, salterebbe anche la gara interna contro la Renato Curi Angolana.

La classifica dopo la 3 giornata del campionato di Eccellenza è la seguente:

Chieti 7; L'Aquila 4; Renato Curi Angolana 4; Avezzano 2; Delfino Flacco Porto 1; Capistrello 0; Lanciano 0.  26 apr. 2021

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 382

Condividi l'Articolo