Calcio. Con il classico 2 a 0 il Lanciano affonda i Nerostellati
GUARDA LE FOTO

Lanciano  2  Nerostellati  0

Lanciano 1920: Forti, Caniglia (3pt Minchillo), De Santis, Sassarini, Lucarino, Natalini, Miccichè, Shipple (18st Marfisi), Gragnoli (30st Di Rocco), Quintiliani, Rodia. A disposizione: Di Vincenzo, Fiammenghi, Zela, Ciaccio, Cicolini, Del Bello. Allenatore Giuseppe Di Pasquale.

Nerostellati: Parente, Ponce, Pelino, Prencipe (8st Kanate), Toracchio (33st Palmerini), Di Pietrantonio, Del Gizzi, Iacobucci, Pontarelli, Moscone (8st Palombizio), Mazzaferro (33st Palombizio). A disposizione: Hamo, Gialleonardo, Palombizio. Allenatore Sergio Lo Re

Arbitro: Valerio Di Cola di Avezzano (Aq)
Reti: 35pt Quintiliani (L) , 23st Gragnoli (L)

Con una rete per tempo il Lanciano ha ragione della compagine di Pratola Peligna. I Nerostellati non hanno disputato una buona gara, mai sono riusciti a mettere in difficoltà la retroguardia rossonera. Oramai è un “film già visto”: quando c'è da affrontare il Lanciano tutte le altre squadre giocano con il coltello fra i denti e non concedono nulla. I Nerostellati, formazione impegnata nella lotta per evitare i playoff, hanno rispettato questa semplice regola, e per lunghi tratti hanno dominato il campo. Mister Lo Re, allenatore dei Nerostellati, è di questa opinione, e a fine gara ha sottolineato che per mole di gioco, occasioni e calci d'angolo la sua compagine sia stata l'unica in campo. 

Il Lanciano è stato concreto e cinico, ha contabilizzato al massimo le occasioni avute. Anzi, il risultato sarebbe potuto essere stato anche più rotondo se gli attaccanti rossoneri fossero stati più precisi in fase di finalizzazione. Oggi ha vinto la maggiore esperienza dei calciatori rossoneri, che sono riusciti a sfruttare i pochi spazi concessi dalla formazione di mister Lo Re.
A giustificazione di questo basta vedere quello che è successo in occasione della prima rete del Lanciano.

La palla giunge in area, e si avventano Gragnoli e un difensore dei Nerostellati. I due si scontrano e, mentre i giocatori ospiti richiamano l'attenzione dell'arbitro per un eventuale calcio di punizione, sulla palla si avventa Quintiliani che batte a rete per il vantaggio del Lanciano. Cinismo calcistico.
Il raddoppio del Lanciano arriva nel secondo tempo, in un momento difficile. I Nerostellati stanno pressando il Lanciano, ma ecco una splendida azione corale: sono ben 7 i rossoneri che toccano la sfera prima che questa arrivi sui piedi di Gragnoli posizionato sulla fascia sinistra del campo. Dall’azione viene fuori un bellissimo tiro, una parabola che s'infila sotto la traversa, sotto gli applausi degli spettatori accorsi oggi al “Biondi”.

Con queste due semplici azioni il Lanciano batte i Nerotellati, che avevano cominciato bene.
Al 4° minuto è loro la prima occasione, ma il tiro e molto impreciso.
Al 6° i Nerostellati cominciano a collezionare angoli, su uno di questi Rodia è artefice di una grande ripartenza, ma giunto in prossimità della porta difesa da Parente, non ha ancora la lucidità per concludere in maniera vincente.
Al 18° minuto Shipple da posizione centrale sfodera un buon tiro di mezzo giro, la palla s'impenna e vola alta sulla traversa.
Al 22° azione Rodia Gragnoli, ma i due non si capiscono e la palla sfila fuori.
23° Gragnoli viene atterrato, calcio di punizione per il Lanciano. Sulla palla si portano Rodia e Miccichè, velo del primo per il secondo, con passaggio corto, ma Rodia non riesce a trattenere il possesso della palla e l'azione sfuma.
Al 31° intervento di Forti che manda la palla in angolo e salva la porta del Lanciano.
35° vantaggio del Lanciano, con Quintiliani che fa esplodere il “Guido Biondi”. 41° conclusione di Del Gizzi che da buona posizione scaraventa la palla verso Forti, la sfera sfila di poco a lato del palo destro difeso dal portiere rossonero.

Nella ripresa al 2° minuto scambio Gragnoli-Rodia e palla spedita fra le stelle. 4° minuto Rodia mette un pallone in area dei Nerostellati, ma non è seguito da nessuno e l'azione sfuma.
7° Moscone si mangia il pareggio, non riesce per un soffio a spedire la palla in rete, e il Lanciano si salva. Da questo momento il Lanciano comincia a soffrire, i Nerostellati pressano e conquistano diversi tiri dalla bandierina.
21° azione Miccichè-Rodia con quest'ultimo che per poco non mette a segno la seconda rete.
23° azione corale, da manuale e conclusione di Gragnoli, 2 – 0 per il Lanciano. Il Lanciano con Rodia al 31° non riesce a mettere a segno il terzo gol.
Il finale è di marca nerostellata, al 41° Palombizio va vicino alla marcatura e grande parata di Matteo Forti che salva la porta dal gol.
Al 44° Pontarelli si vede negare da Forti ancora la gioia del gol.

La gara termina dopo 4 minuti di recupero. Il Lanciano ottiene quello che voleva, la vittoria ed a sorridere è anche la classifica, il Castelnuovo impatta contro il Pontevomano e l'Alba Adriatica pareggia contro il Penne.

Questi i risultati delle altre gare:
Alba Adriatica – Penne 0-0, Bacigalupo Vasto – Acqua & Sapone 2-2, Capistrello – Angizia Luco 5-1, Castelnuovo – Pontevomano 1-1, Delfino Flacco – Cupello 0 - 2, Lanciano Calcio – Nerostellati 2 - 0, Renato Curi – Paterno 2 - 0, Sambuceto – Torrese 0 - 2, Spoltore Nereto calcio 2 - 2.

La nuova Classifica:
Castelnuovo Vomano 61 Lanciano Calcio 50, Alba Adriatica 43, Torrese 42, Capistrello 37, Spoltore 37, Acqua & Sapone 36, Penne 34, Angizia Luco 32, Sambuceto calcio 31, Delfino Flacco 30, Bacigalupo Vasto 30, Nerostellati 29, Virtus Cupello 28, Pontevomano 25, Nereto 24, Renato Curi Angolana 19, Paterno 5

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 300

Condividi l'Articolo