Eccellenza. Lanciano Calcio, prima vittoria per mister Bellè

Renato Curi Angolana 1   

Lanciano Calcio 2

La nona giornata del campionato di Eccellenza porta una novità in vetta alla classifica. Il pareggio della Virtus Cupello contro la Torrese per 2-2 e la conseguente vittoria dell'Avezzano che stende con una manita il Villa 2015, consente ai marsicani di conquistare il primo posto in classifica. In un sol colpo, il Cupello perde la vetta e viene raggiunto dal duo Giulianova e L'Aquila tutte appaiate al secondo posto. Alla quinta piazza troviamo lo Spoltore, corsaro a Casalbordino.

Il Lanciano vince, ed è la prima volta per mister Bellè in panchina, che con gli uomini contati espugna il campo della Renato Curi Angolana. Primi minuti di studio per le due formazioni, poi al 15° la prima azione degna d nota con i padroni di casa. Miani ben appostato a centrocampo vede Ruggieri in buona posizione, la conclusione però non è delle migliori e l'azione sfuma. Il Lanciano gioca soprattutto di rimessa e al 21° va in gol. Crudo, (vedi foto), sfugge sulla fascia sinistra del campo e crossa in area per Bocchio: un secco colpo di testa dell'attaccante rossonero e la palla finisce nel sacco. Uno a zero e vantaggio sostanzialmente meritato per i rossoneri, che chiudono bene tutti i varchi fino al termine della prima frazione di gioco.

La ripresa si apre con Ciotola che dall'altezza della bandierina crossa in area per Crudo, il colpo di testa si stampa sul palo e l'Angolana si salva. La compagine di casa cerca costantemente il pareggio, prima ci prova Miani, poi Cichella ma il muro alzato dalla difesa rossonera regge l'impatto degli avversari. Occasione clamorosa per l'Angolana con Farindolini che ben servito da Farias, si vede respingere il tiro da Labonia quasi sulla linea di porta. Al 27° del secondo tempo l'Angolana perviene meritatamente per la mole di gioco messa in campo al pareggio. Miani serve Farias in area, che ipnotizza la difesa rossonera e batte Elezaj, 1-1 e tutto da rifare. I rossoneri reagiscono immediatamente: mister Bellè inserisce forze fresche con Mariano, che immediatamente si lancia lungo la fascia destra e converge verso l'area; un secco passaggio all'indietro verso il centro area e Bocchio batte il più classico dei rigori in movimento, segnando la sua personale doppietta. La reazione dell'Angolana si spegne e il Lanciano conquista i tre punti.

Una fondamentale vittoria quella dei rossoneri, che cercano di non restare troppo staccati dalla zona playoff. Adesso testa e gambe, dopo il meritato riposo, (tre partite in quindici giorni si fanno sentire specialmente per una formazione rimaneggiata), alla prossima gara. In scena al Biondi arriverà il Giuilianova, seconda forza del campionato, gara da amarcord per entrambe le formazioni.

Dal punto di vista societario, il Lanciano è un cantiere in costruzione, Longo ha salutato i rossoneri, e la dirigenza è impegnata in un ridimensionamento dei costi, che potrebbe ripercuotersi sui rimborsi spesa di alcuni calciatori. Per questo non si esclude che ci possano essere alcuni avvicendamenti. Da ultimo registriamo, l'interessamento di una cordata d'imprendori locali e dell'hinterland frentano. Certo parlare di cessione ci sembra troppo presto, anche perché l'attuale dirigenza non ha mai manifestato la volontà di cessione.

Questi i risultati sugli altri campi:

Alba Adriatica – L'Aquila 0-1, Avezzano – Villa 5-1, Bacigalupo – Penne 2-1, Casalbordino – Spoltore 0-3, Giulianova – Pontevomano 2-0, Delfino Curi – Montesilvano 0-2, Renato Curi Angolana – Lanciano 1-2, Sambuceto – Capistrello 0-2, Torrese – Cupello 2-2

La nuova classifica: Avezzano 23, Giulianova, Virtus Cupello, L'Aquila 22, Spoltore 17, Alba Adriatica 15, Lanciano, Montesilvano 14, Delfino Curi, Bacigalupo 13, Capistrello 10, Penne, Sambuceto 7, Renato Curi Angolana 6, Casalbordino 5, Pontevomano 3, Villa 2.

31 ottobre 2021

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1208

Condividi l'Articolo