Trentacinque anni la società Azzurra Basket di Lanciano e celebra questo evento ospitando dal 27 al 30 dicembre prossimi, a Lanciano (Ch), la Nazionale maschile di basket in carrozzina. L'iniziativa è stata illustrata questa mattina nell'aula consiliare del Comune di Lanciano, presenti gli amministratori municipali e una terza classe della scuola Principe di Piemonte di Lanciano.

“Un traguardo importante – ha spiegato Ezio Grappasonno, presidente Azzurra Basket – e abbiamo colto l'occasione per focalizzare l'attenzione sulla disabilità e sulle opportunità che lo sport offre e apre, anche combattendo isolamento e problemi”. L'Azzurra ha al suo attivo centri di pallacanestro a Lanciano e a Casoli. Sono 200 gli atleti, tanti i piccoli. “Lavoriamo su quattro macrosettori – ha evidenziato Grappasonno -. Il minibasket, che abbraccia bimbi da 4 agli 11 anni. Li educhiamo attraverso il gioco, puntando sulla socializzazione, sul senso di appartenenza, sul rispetto delle regole. Poi ci sono le Giovanili, da under 13 in su. Disputiamo il campionato regionale di serie D. E poi c'è il gruppo Rosa con 26 bambine iscritte e, per la prima volta, partecipiamo, con immensa gioia, al Campionato femminile esordienti. Il nostro vivaio, che coltiviamo con cura, è fondamentale risorsa, grazie anche al costante lavoro di istruttori e allenatori qualificati e grazie alla dedizione dei dirigenti. Da noi sono usciti atleti che calcano e hanno calcato parquet importanti che vanno dalla serie C Gold alla A2 fino alla panchina della massima serie, la A. Parliamo di Manuel Di Matteo, ad esempio, Fabrizio Piccone, Giulia Sorrentino; Giulia Codagnone, Fabrizia Fabbricini, Riccardo Murri...”.

“La nostra storia – ha ancora detto – è carica di entusiasmo e vitalità, bagnata di tanto sudore... E' bello vedere bimbi alle prese con le prime lezioni di basket, vederli crescere e diventare grandi accarezzando questa passione”. La Nazionale arriverà a Lanciano, nell'ultimo impegno sportivo dell'anno, il 27 dicembre. Le famiglie potranno assistere agli allenamenti previsti per il 27 dalle 17 alle 19.30; il 28 dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 17.30; il 29 e il 30 dalle 9-12. Il 28 è prevista una gara, alle 18.30, tra le rappresentative Genitori e Figli dell'Azzurra. Il 29, alle 17, il clou della manifestazione, con la Nazionale che scenderà in campo con due rappresentative A versus B. “Genitori e bambini – ha fatto presente Grappasonno – potranno incontrare gli azzurri anche dopo gli allenamenti, chiedere autografi e parlare con loro... Saremmo felici di ospitare anche famiglie con ragazzi disabili, per far capire loro come lo sport può fare miracoli... Un ringraziamento va alla Federazione, all'Hotel Villa Medici, che ospita gli atleti; alla società Sangritana e alla Servimar”. Madrina della kermesse è Lorena Ziccardi, atleta paralimpica molisana, che vive a Lanciano e gioca nel Termoli e nella nazionale femminile. “Felice ed entusiasta di essere la testimonial di questo appuntamento – ha affermato -, soprattutto perché inclusivo, solidale e dai valori forti”.

“Per noi – ha evidenziato il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo – è un onore ospitare un appuntamento di rango nazionale. Azzurra Basket dal 1984 è impegnata, nello sport e nel sociale, attraverso la diffusione del basket nel comprensorio frentano. Un punto di riferimento che oggi offre a tutti la possibilità di conoscere da vicino la bellezza e la passione del basket in carrozzina, un modo di centrare il canestro e superare gli ostacoli che la vita ci mette dinanzi. Uno spettacolo sportivo inedito per la nostra città”. Saluti anche dagli assessori Dora Bendotti, alle Politiche sociali, e allo Sport, Davide Caporale. Presente anche l'assessore al Commercio, Francesca Caporale, che ha militato nelle Giovanili dell'Azzurra.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 862

Condividi l'Articolo