Alessandro Pincione è il nuovo presidente del Lanciano Calcio

Alessandro Pincione è il nuovo presidente dell'asd Lanciano Calcio 1920.

A decretarlo è stato qualche ora fa il Tribunale Federale Territoriale, che si è pronunciato in merito al ricorso proposto da lui e dal fratello Massimiliano riguardo al cambio delle cariche avvenuto nell'assemblea del 17 giugno, che aveva visto le dimissioni del presidente uscente, Cristina Chiaretti. La decisione, molto attesa dai nuovi vertici del sodalizio rossonero, segna un punto di svolta, e dà il via alle operazioni di mercato per allestire una compagine con cui disputare il prossimo campionato di Eccellenza.

Il Tribunale Federale Territoriale, composto dal presidente Antonello Carbonara, e dai componenti Vincenzo De Benedictis e Massimiliano Di Scipio, anche in considerazione dell'imminente scadenza del termine per l'iscrizione al prossimo campionato, ha deliberato di accogliere il ricorso dei fratelli Pincione, disponendo gli stessi di una password provvisoria con cui operare.

Abbiamo raggiunto telefonicamente il direttore generale del Lanciano Calcio 1920, Paolo Iapaolo (nella foto), che non ci ha negato la soddisfazione per la decisione assunta dal Tribunale in quel dell'Aquila. Presenti nel capoluogo abruzzese, oltre a Max Pincione e Iapaolo, il legale della società rossonera Cesare Di Cintio. "Adesso - dice Iapaolo - è il momento di mettere in opera tutto quello che abbiamo fatto nel corso di questi giorni. Al momento - continua - ci troviamo a Fiumicino, perché ora Pincione torna a New York, e lo rivedremo a Lanciano ai primi di settembre, mentre io sono in partenza per Genova, per tornare a Lanciano a fine mese".

"La macchina organizzatrice della società si è comunque mossa da tempo - prosegue Iapaolo -. Prima di tutto si dovrà mettere “mano al terreno di gioco”, in condizioni pessime, poi ordinare il materiale sportivo, organizzare il ritiro e tutto quello che possa servire per un club che inevitabilmente è ripartito da zero". Insomma, nelle due settimane che sono stati presenti a Lanciano hanno preso contatti, incontrato le istituzioni ma soprattutto allestito il nuovo staff. Per quanto riguarda il parco giocatori, il direttore sportivo Gianfranco Multineddu, ha “macinato” molti chilometri tra le sponde dell'Adriatico e il Tirreno in cerca di quelle figure che possono fare al caso del Lanciano, sempre lavorando senza clamore e in silenzio. Nei prossimi giorni vedremo ufficializzate le nuove figure societarie e, a cascata, ci verrà svelato il nuovo Lanciano 1920 versione 2021/22.  19 lug. 2021

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1594

Condividi l'Articolo