Attenti agli occhi, specie all'uso delle lenti a contatto, perché sono esposti al contagio da Coronavirus quanto le altre mucose della bocca e del naso. L'appello arriva da Leonardo Mastropasqua, direttore del Centro di eccellenza di Oftmalmologia dell'Università "d'Annunzio" e della Asl della provincia di Chieti, il quale ricorda che la congiuntivite è sintomo del virus. 

"E' importante - spiega - essere attenti a manifestazioni come l'occhio arrossato, la lacrimazione eccessiva, secrezioni, bruciore. Quindi il consiglio è non usare lenti a contatto perché le mani possono essere il veicolo del virus e, se proprio non si tollerano gli occhiali, scegliere lenti a contatto usa e getta, giornaliere, avendo cura prima di compiere l'operazione, di lavare bene le mani con sapone per 20 secondi". 

Ma il Centro non si limita a dare consigli, perché per i pazienti operati ha fatto qualcosa di più: se non li si può "vedere" e visitarli, perché in ospedale  possono essere trattati solo i casi urgenti, possono fare il controllo… via telefono. E' stata attivata infatti una linea telefonica per garantire il follow up, vale a dire l'osservazione, il monitoraggio periodico e programmato previsto dopo un'operazione. 

"Le restrizioni alle attività sanitarie imposte dall'emergenza Covid-19 - spiega il chirurgo - impediscono di fatto lo svolgimento delle visite di controllo. Abbiamo pensato, allora, di tenere aperto un contatto, seppure a distanza con i nostri pazienti, così da riuscire a garantire loro la giusta assistenza".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 747

Condividi l'Articolo