Coronavirus. Al via vaccinazioni di ultraottantenni nel Chietino

 I primi over 80 residenti in provincia di Chieti saranno vaccinati domani con una campagna che prenderà avvio negli ambulatori del Servizio Igiene e sanità pubblica di Lanciano e di Chieti e nella Direzione medica dell'ospedale di Vasto, dove arriveranno i primi 200 anziani.

I loro nomi sono stati attinti dagli elenchi forniti dalla Regione Abruzzo in base alle manifestazioni di interesse raccolte sulla piattaforma regionale: sono in tutto 14.243, il 44,7% del totale, censito in 31.841. La Asl - si legge in una nota - è pronta a vaccinare per il momento quattro giorni a settimana, e dal primo marzo in aggiunta presso l'Uccp di Chieti, il poliambulatorio di San Vito Chietino, l'ospedale di Atessa e l'ospedale di Ortona. Inoltre saranno operativi anche i Pta di Casoli, Guardiagrele e Gissi e si renderanno disponibili il Pala Cus a Chieti, il Pala Bcc a Vasto e il Palazzetto dello sport di Lanciano grazie a convenzioni stipulate con l'Università e i Comuni.

"Ci siamo dati un'organizzazione che ci permette di vaccinare oltre mille persone al giorno - ha detto il direttore generale della Asl, Thomas Schael, nella riunione dell'Unità di crisi Covid-19 -. Questa è la nostra potenzialità, che possiamo esprimere pienamente in base alla disponibilità delle dosi di vaccino. Riusciamo a vaccinare contemporaneamente altre categorie al di sotto dei 55 anni se possiamo disporre anche dei vaccini Astra Zeneca". Per quanto riguarda la vaccinazione di ospiti e personale delle Rsa e istituti per anziani, che in provincia di Chieti, seppur diversamente strutturate, ammontano a cento, sono state già vaccinati in 1.634, mentre per la conclusione della campagna, prevista per la fine della prossima settimana ne mancano 721, compresi coloro che devono ricevere la seconda dose.  16 feb. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1615

Condividi l'Articolo