Coronavirus. Abruzzo. Test anche nei laboratori analisi, obbligati a comunicare risultati alle Asl

In Abruzzo aumenta la capacità di effettuare test per il coronavirus.

Dai prossimi giorni, infatti, tutti i laboratori analisi pubblici e privati potranno eseguire i test sierologici quantitativi e i test antigenici sulle categorie definite a rischio. I controlli saranno a carico del servizio sanitario regionale. Per accedervi basterà semplicemente esibire una autocertificazione. 

Intanto la Regione vieta ai laboratori di analisi, pubblici e privati, di eseguire test relativi al Covid-19 evitando poi, quando ci sono i risultati, la segnalazione alle Asl ai fini del tracciamento dei contatti.

Lo prevede l'ordinanza numero 104 firmata ieri pomeriggio dal governatore Marco Marsilio. Il provvedimento, di fatto, pone fine al fenomeno, di frequente segnalato dai pazienti, di cittadini risultati contagiati in test eseguiti nei laboratori privati e mai conteggiati nei dati ufficiali.

L'ordinanza impone "che sia fatto esplicito divieto di prelevare qualsiasi matrice biologica umana su cui testare, con qualsiasi metodica diagnostica, la presenza di SARS-CoV-2 eludendo l'utilizzo dell'applicativo di tracciatura tamponi della Regione Abruzzo e che "tale divieto valga per qualsiasi struttura sanitaria pubblica o privata regolarmente autorizzata ed a qualunque titolo operante nella regione Abruzzo, ed anche per le indagini sui gruppi di popolazione e/o aree più a rischio". Le disposizioni, si legge, "hanno decorrenza immediata". 26 nov. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1040

Condividi l'Articolo