Coronavirus. Abruzzo. Al via rimodulazione reparti e posti letto. 'Spostare il personale su assistenza Covid-19'

"Tra venerdì pomeriggio e domenica scorsi, in Abruzzo sono stati ricoverati 66 pazienti positivi al Covid-19. Una improvvisa e imprevedibile impennata che ha saturato i posti letto che erano stati riservati all'emergenza: questo, però, non significa che nei nostri ospedali non ci sia più posto per accogliere i malati. Sono, infatti, immediatamente scattati i protocolli di sicurezza per la rimodulazione temporanea dei posti letto in altri reparti della nostra rete, così come avvenuto nella prima fase dell'emergenza".

Così l'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, ed ecco l'ordinanza numero 97 del presidente Marco Marsilio, firmata ieri, che dispone "la rimodulazione dei ricoveri per interventi chirurgici programmati al fine di favorire il massimo impiego possibile delle terapie intensive e subintensive e la disponibilità di personale sanitario per l'emergenza da Covid-19".

Il provvedimento sollecita anche le Asl a "incrementare i posti letto di Terapia intensiva, Malattie infettive, Pneumologia ed Area medica subintensiva, tramite il reimpiego del personale reso disponibile dalla rimodulazione dei ricoveri elettivi".

"La rimodulazione - recita l'ordinanza - è valida per tutti i ricoveri per effettuare interventi chirurgici programmati, ad eccezione di quelli oncoematologici di classe A o di alta specialità non rinviabili e fatte salve specifiche condizioni di inderogabilità motivate dalle peculiarità organizzative delle Asl".

"Non verranno sospese le interruzioni volontarie di gravidanza chirurgiche". Il provvedimento, inoltre, impone al referente regionale per le emergenze di "disporre, qualora ricorrano esigenze urgenti di tutela della salute pubblica connesse all'emergenza coronavirus e sentiti i direttori generali delle Aziende sanitarie, le assegnazioni temporanee del personale sanitario, in servizio con qualsiasi tipologia contrattuale, presso quelle Asl che presentino maggiori necessità assistenziali, con assegnazione in via prioritaria del personale che abbia manifestato la propria disponibilità".  03 nov. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 589

Condividi l'Articolo