Chieti. La Radioterapia oncologica tra i migliori centri italiani

"Radiotherapy & oncology", rivista ufficiale della Società europea di Radioterapia oncologica, vede la Radioterapia oncologica di Chieti ancora tra i migliori centri italiani.

Insieme ai centri di radioterapia di Firenze, Empoli, Piacenza, Irccs di Candiolo-Torino, Campobasso, Istituto Europeo di oncologia di Milano e Humanitas Rozzano di Milano, Chieti ha infatti condotto uno studio sull'accuratezza della distribuzione della dose radioterapica in una tecnica di trattamento di estrema precisione balistica quale la Radioterapia stereotassica. Tecnica oggi di grande potenzialità per le notevoli possibilità di exeresi completa di piccole lesioni tumorali soprattutto nella malattia oncologica oligometastatica, ovvero con un massimo di 1-5 lesioni metastatiche e con malattia tumorale primaria controllata, dove, unitamente alle terapie sistemiche (chemioterapia, terapie biologiche, immunoterapia) si possono avere importanti miglioramenti nella sopravvivenza dei pazienti.

Inoltre, in alcuni tumori primitivi come il tumore polmonare al primo stadio inoperabile per controindicazioni cliniche, la Radioterapia stereotassica si pone come una possibile opzione. E' una tecnica radiante molto avanzata che si caratterizza per la somministrazione di alte dosi, superiori a 5 Gy per singola frazione o seduta, in un numero limitato di frazioni o sedute, in genere fino a 5, e per la ripida caduta di dose intorno al bersaglio tumorale, con conseguente massimo risparmio dei tessuti sani circostanti, a rischio di tossicità. E' una tecnica che somministra pertanto elevate quantità di radiazioni ionizzanti e quindi un'elevata dose di terapia radiante direttamente su piccoli volumi tumorali con estrema accuratezza e precisione provocandone la morte cellulare o necrosi e al fine di eradicarli.

Nell’intero processo di realizzazione di un trattamento di Radioterapia stereotassica è richiesta un’estrema accuratezza da un punto di vista sia clinico, con l'attenta selezione dei casi in cui è appropriato impiegarla, che dal punto di vista fisico-dosimetrico, con la necessità di disporre di software avanzati per la preparazione di questi trattamenti e di stringenti ed accurate procedure di controlli di qualità per garantire la massima precisione balistica e la migliore distribuzione della dose sul tumore.

La Radioterapia stereotassica è attiva a Chieti dal 2015 e il team della Fisica sanitaria che opera nella Radioterapia oncologica teatina, composto dai medici Maria Daniela Falco, Andrea De Nicola e Nico Adorante, ha messo a punto insieme agli altri colleghi dei Centri italiani, un protocollo molto avanzato di misurazioni dosimetriche per garantire proprio la massima precisione del trattamento.

Il team lavora insieme ai medici e ai tecnici della Radioterapia oncologica di Chieti sui controlli di qualità di tutte le apparecchiature attualmente in dotazione al Centro e la costanza e la sistematicità di tali controlli rendono possibili le migliori perfomance delle macchine e tali controlli non si sono mai fermati neppure durante la fase emergenziale Covid-19.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1499

Condividi l'Articolo