Elezioni comunali Pescara. Erika Alessandrini, M5S: 'Innovazione pubblica amministrazione, efficienza degli uffici e ricerca dei fondi europei'
GUARDA LE FOTO

Accessibilità, abbattimento delle barriere sociali, comunicative e architettoniche sono sempre state battaglie care al Movimento 5 Stelle. Ed è su questi presupposti che i pentastellati, a Pescara, hanno lanciato la sfida per il Comune, dopo aver deciso chi dovrà correre come sindaco, e cioè Erika Alessandrini. Una scelta che ha provocato anche alcune polemiche, spaccando di fatto il M5S: il consigliere comunale uscente Massimiliano Di Pillo, infatti, ha contestato questa candidatura e ha lasciato per trasferirsi alla corte di Carlo Costantini. Se si considera che l’altra consigliera uscente, cioè Enrica Sabatini, non si ricandiderà, l’unica esponente della minoranza grillina a ripresentarsi per il municipio di Pescara è proprio la Alessandrini, che della Sabatini può comunque essere considerata il braccio destro.

In tema di disabilità, Erika Alessandrini annuncia: "L'amministrazione a 5 Stelle continuerà a operare per l’effettiva inclusione delle persone con disabilità, proseguendo l’attività svolta in questi anni di opposizione. Abbiamo sempre lottato per la stesura del Peba, per l’assistenza scolastica, per la creazione dello sportello Lis in Comune. Abbiamo ottenuto l’esenzione dalla tassa di occupazione del suolo pubblico per le rampe di accesso ai pubblici esercizi, l’istituzione del disability manager e del garante della disabilità”. 

Il M5S pensa di rendere accessibili alle persone sorde, sordo-cieche e con disabilità uditiva le adunanze ordinarie e straordinarie del Consiglio comunale attraverso servizi di interpretariato in Lingua dei Segni e/o di sottotitolazione e stenotipia, ma ha in progetto anche di assicurare che le persone sorde, con disabilità uditiva e sordo-cieche possano liberamente fare uso della lingua dei segni e/o dei mezzi di sostegno alla comunicazione orale all'interno del Comune di Pescara. A tale proposito, verranno anche creati video in lingua dei segni da inserire nel portale del Comune di Pescara in prima pagina. 

Erika Alessandrini vuole innovare la pubblica amministrazione attraverso la partecipazione e l’open-government, con un’attenzione particolare all’analisi economica e alla revisione del bilancio. Va in questa direzione anche la volontà di regolare, tramite piattaforme pubbliche, l’assegnazione dei finanziamenti per evitare la gestione sia orientata da logiche di profitto, elettorali o da discrezionalità. Rispettare la trasparenza nei bandi di gara, nella gestione dei fondi e nell’assegnazione dei patrocini. Rendere efficienti gli uffici comunali preposti alla ricerca e smistamento dei fondi europei e agevolare l’accesso ad essi a tutti i cittadini. E infine, realizzare un piano delle opere pubbliche deciso insieme alla cittadinanza con fonti di finanziamento già individuate. 

Per quanto riguarda l’istruzione, si provvederà a stringere un nuovo patto per la scuola "che sosterrà il sistema dell’istruzione comunale a partire dai nidi e dalle scuole d’infanzia, riducendo le liste d’attesa e accrescendo i posti nei nidi, aumentando la flessibilità di orario per aiutare soprattutto le madri che lavorano, assumendo nuove professionalità come giovani psicologi, assistenti sociali, sociologi. Il Comune lavorerà in sinergia con gli istituti comprensivi, gli enti pubblici, le organizzazioni e associazioni del campo educativo, sociale e della prevenzione per offrire una progettazione coordinata e funzionale dei POF (Piano di offerta formativa)". 

Il M5S propone inoltre di ideare una nuova cittadella dello sport e un campus universitario diffuso: "Attenzione verrà riservata all’Università d’Annunzio, importante risorsa per la nostra città, fucina di grande creatività e cultura; per questo promuoveremo la creazione di un campus universitario diffuso offrendo nuovi luoghi per la condivisione delle idee e dell’innovazione. Anche attraverso la riconversione degli spazi dell’ex caserma Cocco e la delocalizzazione della caserma dei vigili del fuoco".   

E ancora: sostenere le nuove economie urbane dal commercio e al turismo, garantire la qualità della vita attraverso la tutela dell’ambiente e una nuova programmazione urbanistica. Grande attenzione verrà data alla mobilità sostenibile, con il potenziamento delle piste ciclabili. Infine, la tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico, e la promozione della cultura slegandola dai lacciuoli dei partiti: “Pescara è piena di realtà culturali che lavorano su progetti di studio, ricerca e innovazione di alto livello qualitativo – dichiara la Alessandrini – ma queste realtà per lavorare devono ancora strizzare l’occhio al politico di turno per avere accesso a contributi e spazi. Tutti gli operatori culturali del territorio devono poter godere delle stesse possibilità. Per troppo tempo abbiamo visto bandi assegnati alle stesse organizzazioni culturali. Meritocrazia e trasparenza saranno i principi cardine".  

Sempre in tema di cultura, il M5S pensa anche a una sorta di film commission con la creazione di uno sportello comunale al servizio dell'industria cinematografica. In tema di musica, si renderanno disponibili "gli spazi pubblici della città per favorire l’esibizione dei gruppi locali valorizzando le eccellenze".

Sul mercatino etnico, appena inaugurato e che il centrodestra ha promesso di chiudere qualora dovesse andare al governo della città, Alessandrini ha le idee chiare: "C’è un interesse pubblico superiore per il quale quel sottopassaggio può e deve essere ricondotto all’uso che gli è proprio. Riportare le macchine ad attraversare quel sottopassaggio consentirebbe di snellire il traffico intenso di una zona cruciale della città, che rende invivibile la zona di via Enzo Ferrari e dintorni, specie con l'apertura del nuovo ponte Flaiano, comportando gravi ripercussioni sull’inquinamento e sulla salute pubblica. Il mercatino etnico, come abbiamo sempre affermato, non doveva essere collocato in quegli spazi. L’integrazione si fa insieme, nei mercati rionali, non ghettizzando e isolando una comunità per mantenerla lontana dai nostri occhi".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 613

Condividi l'Articolo