Anche in Abruzzo, regione dichiarata "zona rossa", chiuese le attività 'non necessarie' e quelle rimaste aperte sono obbligate a rispettare diversi protocolli per la sicurezza sanitaria anticovid.

Gli imprenditore del settore della ristorazione, e non, lamentono il momento drammatico, conseguenza del lockdown. Diversi i commercianti che parlanodei propri disagi ai microfoni di Abruzzolive.tv.

Servizio di Serena Giannico e Massimiliano Brutti.  24 nov. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1538

Condividi l'Articolo