Laboratori Gran Sasso: al via in Regione valutazione esperimento radioattivo Luna Mv
GUARDA LE FOTO
 
Avviata, in Regione, la Valutazione di incidenza ambientale (V.Inc.A.) relativa al nuovo esperimento Luna Mv, dei Laboratori di fisica nucleare del Gran Sasso. "Presenti rischi di radiazioni, esplosione e incendio stando ai documenti depositati. Ma per i Laboratori  si tratta di pericoli 'non significativi' o 'accettabili'". 

"Questa - viene fatto presente - è la prima procedura di valutazione per un esperimento, nonostante la normativa sia in vigore dal 1997. Della serie, meglio tardi che mai. Precisiamo che la V.Inc.A. si occupa esclusivamente dell'eventuale impatto su habitat e specie del Gran Sasso". Nello specifico si tratta di un esperimento che prevede l'installazione di un acceleratore di particelle. Essendo classificato come macchina radiogena, è sottoposto anche alle autorizzazioni per la radioprotezione relative alle attrezzature con emissioni di radiazioni. Prevede anche una schermatura con la costruzione di un bunker, nella sala B, con pareti di cemento armato di spessore di 80 centimetri. Tutte le attività si svolgono all’interno della schermatura in cemento, a propria volta schermata dalla roccia che circonda i Laboratori. Inoltre sono previste misure quali sistemi di controllo e di blocco delle apparecchiature e sistemi di monitoraggio.
 
"L'Istituto superiore di sanità, - fa presente il Forum -, nel 2013, proprio in un parere su questo esperimento, fece emergere il contrasto con la normativa sulle acque potabili, per la distanza dalle captazioni. Ricordiamo - inoltre - che nel 2013 in un acceleratore di maggiore potenza in un importante centro di ricerca giapponese, il J-Parc, si verificò un incidente che costrinse alla chiusura delle attività per ben due anni. Dai documenti depositati - aggiunge il Forum - si fa riferimento a rischi di radiazioni, esplosione, incendio, la cui esistenza è ammessa sia in fase di esercizio che in caso di incidente. Ma per l'Infn non costituiscono un problema. Ovviamente depositeremo a breve le nostre osservazioni che partiranno dalle considerazioni già espresse dall'Istituto superiore di sanità".
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 633

Condividi l'Articolo