Writer sorpresi a imbrattare muri a Lanciano. Fuggono in auto ma vengono bloccati e denunciati
GUARDA LE FOTO

Sorpresi a imbrattare muri in città, cercano di sfuggire, dileguandosi in auto, ai carabinieri che li hanno sopresi. È accaduto nella notte tra il 10 e l'11 giugno scorsi a Lanciano (Ch).

Due giovani, un ventitreenne e un diciassettenne, con bombolette di vernice e stencil, sono stati colti dall’equipaggio di una pattuglia del Radiomobile della compagnia di Lanciano, mentre erano intenti a scrivere “Lancianesi” e “No remorse”, sul muto di cinta della scuola materna di località Marcianese, e successivamente, su un casotto di proprietà della Sangritana -Tua, in via Bergamo, nei pressi della stazione ferroviaria.

Alla vista dei militari, il minorenne è scappato via, verso una vettura parcheggiata a poca distanza, alla cui guida c’era l'altro giovane. La macchina, con i due ragazzi a bordo, è partita a tutta velocità, cercando di seminare i militari, che hanno cercato di fermarla. Ne è scaturito un inseguimento attraverso le vie del centro urbano. Per sfuggire alle forze dell'ordine, hanno tentato di nascondendosi nel parcheggio di un capannone nella zona industriale, spegnendo tutte le luci del veicolo. Ma non è servito: sono stati bloccati e dopo l’identificazione il ventitreenne è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica mentre l'adolescente, al Tribunali dei Minori di L’Aquila.

I reati contestati sono resistenza a pubblico ufficiale e deturpamento e imbrattamento di cose altrui. Il conducente è stato multato per le numerose infrazioni al Codice della Strada commesse durante il tentativo di fuga. Il materiale utilizzato dai writer è stato posto sotto sequestro penale e messo a disposizione della magistratura.

Le indagini proseguono per individuare ulteriori luoghi dai due giovani, con l'obiettivo di ricostruire l'intera portata del loro atto vandalico e restituire decoro gli immobili danneggiati. 15 giu. 2024

FILIPPO MARFISI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1504

Condividi l'Articolo