Ortona. Sotto sequestro la palazzina Ater a rischio crollo

 Sequestrata, ad Ortona (Ch), la palazzina Ater di Piazza 28 dicembre sgomberata, nella notte tra il 5 e 6 ottobre scorsi, per il cedimento di alcuni pilastri.

Il provvedimento è stato disposto dal pm della Procura di Chieti, Marika Ponziani, ed eseguito dai carabinieri di Ortona. Aperto anche un fascicolo contro ignoti. I vigili del fuoco, intanto, hanno applicato all'edificio dei sensori, i fessurimetri, per monitorare eventuali altri cedimenti o mutamenti statici.

L'edificio è a forte rischio crollo e le 8 famiglie evacuate sono state temporaneamente sistemate in albergo. 

Sembra che alcuni inquilini avessero già segnalato all'Ater "le crepe nei pressi di quei pilastri quasi ceduti del tutto: fortunatamente il crollo non è avvenuto. Vorrei capire perché non si è intervenuti subito per avere un riscontro immediato dell'imminente pericolo".

E' quanto scrive, in una nota, la consigliera regionale abruzzese del M5S Barbara Stella annunciando un'interpellanza. "Credo che l'azienda territoriale sia troppo lenta nell'affrontare le criticità segnalate dagli inquilini - aggiunge Stella -. Infatti a maggio scorso ho segnalato al presidente Ater, Antonio Tavani, diverse problematiche che alcuni inquilini delle case Ater di Chieti Scalo e Brecciarola mi hanno attenzionato in relazione a infiltrazioni e al malfunzionamento dell'impianto di riscaldamento che causa molti disagi soprattutto nella stagione invernale, chiedendo di effettuare dei sopralluoghi. Ad oggi non ho ricevuto ancora alcuna risposta, nonostante l'invio di un ulteriore sollecito lo scorso mese e il tentativo di avere un riscontro per le vie brevi, al fine di dare soluzione a problematiche reali che continuano ad affliggere i residenti". Stella chiede "che si faccia luce su quanto accaduto a Ortona, in particolare quale tipo di controllo è stato effettuato sulle palazzine circostanti e in generale sulla gestione da parte dell'Ater di Chieti del proprio patrimonio immobiliare". 07 ott. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 641

Condividi l'Articolo