Rocca San Giovanni. Il mondo della musica piange il batterista Gianni Cicchetti

"Un batterista fantasioso, groovoso e musicale e una persona dalla simpatia travolgente... Gli ho voluto bene".

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Così Stefano Barbati, noto chitarrista di Lanciano,  saluta, su Facebook, Gianni Cicchetti, che è morto a soli 53 anni e che abitava a Rocca San Giovanni. Stroncato da una malattia contro cui ha lottato per oltre un anno.

E' deceduto, ieri, all'hospice "Alba Chiara", di Lanciano (Ch), dove si trovava dal 10 febbraio scorso. E i social, in poche ore, sono stati inondati da testimonianze che raccontano lo "splendido batterista".

Scrive Angelo Cipollone: "Con Gianni ho condiviso anni bellissimi e spensierati, abbiamo suonato insieme nei Karma, gruppo storico dell'aerea frentana. Di Gianni ho tanti ricordi: uno su tutti quello del viaggio che facemmo a Venezia per esibirci al "Leone d'Oro", classificandoci terzi. Mi ricordo le prove in teatro, il "Goldoni", la prima notte passata in macchina perché non avevamo i soldi per l'albergo, svegliati e circondati dai carabinieri. Ricordo il suo incredibile talento batteristico a metà tra la fusion ed il rock, davvero una grande lezione. Ciao Gianni, buon viaggio, dovunque tu sia diretto".

Il pianista Walter Gaeta: "Non riesco a crederci ... è un dolore forte! Non lo vedevo da anni, ma Gianni è una di quelle persone che non puoi non considerare un amico. Sempre disponibile, empatico e mai invadente... un signor batterista, un animo sensibile... non ho parole !!! Un abbraccio forte, che il cielo ti accolga con tutto l'amore possibile".

E, ancora, Consiglio Nunzia Cavacini, posta un suo filmato, durante un concerto. "E' andato via un collega di tante serate. Non sono bravo con le parole e allora ho voluto omaggiarti con un breve video e qualche colpo della tua batteria. Buon viaggio e sempre pelle a bordo insieme".  E Peppino Zulli, del gruppo musicale Zullimania: "Abbiamo perso uno dei più bravi batteristi della zona frentana, non ci posso credere... Buon viaggio amico collega. Continuerai a suonare con noi ovunque, ciao!" 

Anche l’amministrazione comunale di Rocca si stringe al dolore che ha colpito la famiglia. Il sindaco Fabio Caravaggio dichiara: "Non lo conoscevo, ma  la sua morte mi ha rattristato e porgo sentite condoglianze ai suoi cari". Le parole del vice sindaco, Erminio Verì. "Amato da tutti, umile e gentile. Un grande e bravo batterista. Siamo addolorati per questa tragica notizia". L'ex primo cittadino, Gianni Di Rito, rimarca che era "un ragazzo molto simpatico". E che era anche "appassionato di pesca subacquea". 

I funerali questa mattina, nella chiesa Immacolata Concezione a San Vito Chietino, piena di amici, colleghi, familiari e conoscenti. Una celebrazione sentita e composta, che ha toccato i cuori. "Era speciale Luca, - raccontano ancora di lui - con tanta voglia di vivere. Era lui che dava coraggio ai suoi cari, dopo la malattia che lo avava colpito". Lascia la mamma Carmela, la sorella Iolanda, e due fratelli, Fabrizio e Francesco, cognati e nipoti. 23 feb. 2022

Linda Caravaggio

@RIPRIODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 11748

Condividi l'Articolo