Scooter rubato a Rocca San Giovanni, pezzi trovati a Lanciano. Tenta furto a Torino di Sangro, nei guai uomo di Atessa

Furti a ripetizione e denunce a Rocca San Giovanni (Ch) e a Torino di Sangro (Ch) a conclusione di indagini.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Ha un amaro risvolto umano il caso di Rocca San Giovanni dove un giovane bracciante agricolo del Mali si è visto sottrarre, due settimane fa, il ciclomotore, un Runner 50, che aveva comprato con tanti sacrifici per andare al lavoro. A prenderglielo sono stati due ragazzi di Lanciano, appena maggiorenni, denunciati per furto aggravato.

Al giovane africano, residente a Rocca San Giovanni, tutti vogliono bene e, così, cittadini, vigili urbani e carabinieri di Fossacesia si sono messi a caccia dei malviventi. I militari hanno raccolto testimonianze di residenti che hanno fattivamente collaborato, e sono stati ringraziati, fornendo i primi riscontri. Elementi poi avvalorati dalle telecamere di videosorveglianza. Nei confronti dei  ladri la Procura ha emesso decreti di perquisizione e a casa di uno di loro sono state trovate parti dello scooter, sequestrati. 

Mezzo totalmente smontato perché servivano i pezzi di ricambio per il due ruote uguale per marca e modello. Il resto è stato gettato via. Il complice ha poi confessato di essere il coautore del colpo. La Questura di Chieti ha applicato ad entrambi il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno fino a tre anni a Rocca. 

Per il giovane derubato ora si invoca solidarietà, per aiutarlo a comprare un altro mezzo per non farlo più andare a piedi al lavoro.

A Torino di Sangro invece per furti in abitazione e gli stessi militari hanno  identificato un ladro seriale. Alla Procura di Vasto è stato infatti denunciato per tentato furto F.V., 34 anni di Atessa (Ch), disoccupato e già con diversi e analoghi precedenti. L'uomo è stato sorpreso dal proprietario di un’abitazione mentre rovistava nel suo garage dal quale aveva già sottratto vari attrezzi, che poi non è riuscito a portare via. Alla vista del padrone di casa ha accennato ad una improbabile scusa e si è allontanato rapidamente. I carabinieri della locale stazione hanno avviato indagini e, grazie alle telecamere, hanno in breve tempo identificato il mariuolo. 05 mar. 2022

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3178

Condividi l'Articolo