Covid. Lanciano, ancora caos e disagi al drive in tamponi. File dall'alba per vaccini
GUARDA LE FOTO

Code lunghissime e fino a sette ore di attesa: continuano caos e disagi al drive in per i tamponi molecolari situato nell'area fieristica di Lanciano (Ch). Giorni da incubo. 

Centinaia le auto che, dalle prime ore del giorno, hanno affollato il piazzale con file incredibili (vedi foto auto). Operatori sanitari insufficienti a far fronte alla mole di richieste. Ad un certo punto, con i mezzi ammassati e attese indicibili, c'è stato, di nuovo, l'intervento della polizia. Molti cittadini sono stati dirottati a Chieti; altri, non avendo la prenotazione e neppure l'impegnativa del medico di famiglia, sono stati mandati via. 

I vertici Asl sono stati costretti a intervenire, con apposito provvedimento. "E’ necessario - viene ricordato - che tutti siano in possesso della prescrizione del medico, pediatra o del Dipartimento di prevenzione. Accesso riservato, tutti i giorni, dalle 8 alle 9 a minorenni e a persone con test antigenico positivo. Nelle ore successive, oltre a loro, accesso consentito solo ai prenotati".

Ai cancelli, a monitorare una situazione divenuta ingovernabile, è stata messa la Protezione civile. 

Sulla questione è intervenuta anche Progetto Lanciano, con il consigliere comunale Giacinto Verna. "La gestione dell’emergenza sanitaria di questi giorni - dice - sembra aver riportato l’Abruzzo, e Lanciano in particolare, ai primi tempi della pandemia. Il caos al drive-in dell’area fiera sta dimostrando in maniera drammatica come i vertici della Asl e della Regione, in due anni di Covid, non abbiano fatto uno straccio di passo avanti. Ci sono file interminabili per eseguire un tampone: tante famiglie con bambini, anziani e altre categorie deboli costrette ad aspettare anche sei ore il proprio turno; addirittura chi è stato rimandato indietro senza tampone a fine giornata! Mancano tra l’altro i servizi igienici per chi è costretto ad aspettare il turno: qui magari il Comune poteva intervenire con il fondo di riserva usato per aumentare le indennità di Giunta". 
 
File allucinanti (vedi foto verticale) anche al PalaMasciangelo per i vaccini: c'è chi si è recato nella struttura all'alba. In diverse farmacie cominciano a scarseggiare i vaccini e le prenotazioni per le somminsitrazioni non vengono più prese.  29 dic. 2021
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 1780

Condividi l'Articolo