Costa dei Trabocchi e abusi edilizi: nuovo sequestro di attività turistica con denunce

Costa dei trabocchi: ancora controlli  a caccia di abusi, edilizi e non solo, su cui il procuratore capo di Lanciano, Mirvana Di Serio, ha aperto un fascicolo giudiziario per avere un focus completo a seguito di diversi esposti.

Oggi pomeriggio tardi i carabinieri forestali sono scesi in campo in campo per verifiche a Fossacesia (Ch). Misurazioni e controlli sono stati effettuati sull’ennesima struttura balneare, vista mare e terrazzo scenografico sulla Via Verde nella zona del golfo di Venere. I militari hanno effettuato verifiche su un nuovo concept bar che è stato sequestrato e i due titolari sono stati denunciati per illeciti ambientali e urbanistici. Secondo gli investigatori le opere della struttura sono state realizzate in assenza dei permessi e in difformità delle autorizzazioni rilasciate dal Comune di Fossacesia e dalla Soprintendenza. Ora bisogna che i titolari si mettano in regola.

Lo scorso maggio era stato controllato e multato un altro locale in località Cavalluccio di Rocca San Giovanni (Ch) che ha portato a quattro indagati per le opere abusive realizzate a ridosso della pista ciclopedonale in un luogo vincolato e protetto a livello paesaggistico. 

Da gennaio si susseguono blitz sulla Costa dei Trabocchi dove sul demanio marittimo la Procura ha incaricato delle certosine verifiche anche la Capitaneria di porto di Ortona, mentre per le infrastrutture ubicate verso la zona collinare la Forestale di Lanciano.

I controlli finora hanno prodotto sette denunce penali con i proprietari costretti a cercare di rimettersi in regola. Il punto nodale della vicenda è il focus ambientale voluto dalla Procura su tutto il territorio di competenza. Da sei mesi si intensificano i controlli, anche per l’arrivo della stagione balneare, per verificare il rispetto sulle attività turistiche, compresi i chioschi, divenuti, in barba alle norme, strutture permanenti. Neppure quelle stagionali vengono smontate.

Già fioccate, come detto, multe e denunce dopo che sono state rilevate opere abusive e in violazione delle norme edilizie, ambientali e vincolo paesaggistico. Neppure le prescrizioni della Soprintendenza in alcuni casi sono state tenute in considerazione. Oltretutto si sarebbero segnalati a vicenda anche vari proprietari.  04 giu. 2024

WALTER BERGHELLA

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4980

Condividi l'Articolo