Coronavirus. Tredici nuovi infetti in Abruzzo. Contagio confermato per il 21enne di Vasto rientrato da Malta. 4 casi a Tocco

Sono 3.545 i casi di Covid 19 finora diagnosticati in Abruzzo. Rispetto a ieri si registrano 13 nuovi contagi. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione. 

I positivi attualmente sono sono 242 (+8 rispetto a ieri): 23 pazienti (-1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 218 (+9 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

Resta a 472 il numero dei decessi, invariato da giorni, e sono 2.831 dimessi/guariti (+5 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 139.426 test.

Del totale dei casi positivi, 293 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila, che fa registrare un +3 rispetto a ieri e si tratta di ospiti di un Centro di accoglienza migranti, come comunicato dal sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi. Sono 884 in provincia di Chieti: anche qui ci sono tre casi in più e uno è riferito ad un 21enne di Vasto (Ch) ricoverato nel reparto di Malattie infettive del "San Pio" per una polmonite. Il ragazzo, di ritorno da una vacanza studio di tre settimane a Malta, si è presentato in ospedale manifestando i sintomi tipici, febbre e tosse, ed è stato sottoposto ai primi accertamenti. Ora, grazie al tampone, la conferma del contagio. La Tac ha evidenziato una polmonite interstiziale. In quarantena i contatti stretti del giovane, il quale a Malta è stato in compagnia di un nutrito gruppo di studenti di altre regioni, alcuni dei quali risultano contagiati da Covid-19. 

"Questo caso conferma quanto ripetiamo da settimane sulla circolazione del virus – sottolinea Maria Pina Sciotti, responsabile dell'unità operativa della Asl Lanciano Vasto Chieti – e cioè he non risparmia nessuna fascia di età. In questa fase sono proprio i giovani maggiormente a rischio, perché mostrano insofferenza verso le misure di protezione". 

I contagiati sono poi 1.648 in provincia di Pescara: + 7 rispetto a ieri di cui 4 a Tocco da Casauria e si tratta di giovani rientrati da Malta. Sono 689 in provincia di Teramo, 28 fuori regione e 3 per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

Ieri erano stati 16 i nuovi infetti. Di essi sette sono migranti della struttura di Civitella del Tronto  (Te) che conta, complessivamente, al momento 31 contagiati su 50 ospiti. Sono tutti bengalesi. Sono arrivati, con altri 150, da Porto Empedocle (Sicilia) nella notte tra il 31 luglio e il primo agosto. Di questi 79 hanno contratto il virus. Adesso si contano 16 migranti positivi a Moscufo, una decina a L'Aquila, 16 a Gissi, 31 a Civitella e 8 a Pettorano sul Gizio. Una percentuale altissima che va ben oltre 30% che l’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, aveva previsto.

Nel Teramano da ieri ci sono altri due positivi fra Sant'Omero e Corropoli. In Val Vibrata, tra l'altro, nei giorni scorsi, quattordici dipendenti infetti all'Avicoop di Controguerra. E uno dei lavoratori avrebbe anche contagiato una bambina di dieci anni, comunque asintomatica.

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 1806

Condividi l'Articolo