Coronavirus. Contagi in aumento in Abruzzo: 143 i nuovi casi. Marsilio: 'Non siamo in zona gialla'

Sono 143, di età compresa tra 1 e 90 anni, i nuovi positivi da Covid-19 in Abruzzo e portano il totale dei contagi, dall’inizio dell’emergenza, a 83.428.

Non ci sono nuove vittime e i decessi restano a 2.565.

Gli attualmente positivi sono 2.097 (+87 rispetto a ieri): nel totale sono compresi anche 434 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche.

66 pazienti (-3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 7 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 2.024 (+89 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Tra i positivi sono compresi anche 78.766 dimessi/guariti (+56 rispetto a ieri).

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 3.067 tamponi molecolari (1.499.145 in totale dall’inizio della pandemia) e 9.860 test antigenici (1.095.523).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 1.10 per cento.

Del totale dei positivi, 21.404 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+25 rispetto a ieri); 21.155 in provincia di Chieti (+23); 19.907 in provincia di Pescara (+9); 20.154 in provincia di Teramo (+91); 681 fuori regione (+1) e 127 (-6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Intanto il presidente della Regione, Marco Marsilio, su Facebook, precisa. 

"Sta circolando nelle ultime ore la voce che la nostra regione sia rientrata in zona gialla a causa del numero dei contagi in salita.

Si tratta di una notizia non vera, che si è diffusa per una cattiva interpretazione dei dati del Centro europeo di prevenzione e controllo delle malattie che ogni 15 giorni diffonde la mappa aggiornata sul rischio nelle varie regioni degli Stati. Quest’ultimo, nel suo monitoraggio, ha parlato di “dati da zona gialla”, ma si tratta di una classificazione che non ha nulla a che vedere con quella che stabilisce le restrizioni che ormai conosciamo bene. Quindi - evidenzia -, è vero che l’attenzione deve rimanere alta perché il virus c’è ancora e sta circolando, ma l’Abruzzo non è assolutamente entrato in zona gialla". 05 nov. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1593

Condividi l'Articolo