Pizzoferrato. Massaggio nel resort  con violenza sessuale:  una condanna

Vacanza invernale tutto compreso ma con imprevisto di violenza sessuale da parte del massaggiatore ai danni di una ospite di un resort di Pizzoferrato (Ch).

Ieri rito abbreviato per Antonio M., 61 anni, calabrese, a cui il giudice delle udienze preliminari del tribunale di Lanciano, Giovanni Nappi, ha inflitto la pena, col rito abbreviato,  di 3 anni e 6 mesi di carcere e interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. Accolta in pieno la richiesta del pm Francesco Carusi. Il difensore, Oscar Nasuti, aveva chiesto invece l'ampia assoluzione per il suo assistito in virtù di forti contraddizioni tra le testimonianze rese sulla vicenda. Lette le motivazioni di sentenza sarà certamente proposto Appello.

I fatti contestati risalgono al 2018. La cliente campana, in villeggiatura, S.C., oggi 42 anni, scelse un massaggio per rilassarsi. Invece l’agognato relax si sarebbe tramutato in abuso sessuale, consumato in una stanza per trattamenti estetici dell’albergo montano. A denunciare il grave episodio è stata la stessa vittima, con indagine condotta dal pm Serena Rossi che si occupa di violenze e codici rossi. La Procura frentana ha alla fine imputato il massaggiatore di violenza sessuale aggravata, connotata da modalità insidiose e fraudolente. Nella ricostruzione dei fatti, l’accusa ha sostenuto che durante la pratica di un massaggio la donna, che era prona sul lettino, ha visto prima chiudere repentinamente la porta della sala estetica, poi il massaggiatore le avrebbe abbassato i pantaloni ben oltre il punto in cui sarebbe stato necessario. Quindi con un gesto repentino l'ha presa per i glutei, masturbandosi contemporaneamente, infine ha provato ad avere un rapporto sessuale completo. Mentre lei cercava di divincolarsi è stata nuovamente spinta a forza contro il lettino.

Alla fine la malcapitata cliente è riuscita a reagire e a fatica si è sottratta dalla morsa dell’uomo, per fuggire via, di corsa e spaventata. Per la Procura la prontezza della vittima ha interrotto l’azione di lui. Il massaggiatore, incensurato, ha sempre risolutamente negato l’addebito. 09 nov. 2021

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA 

totale visualizzazioni: 4202

Condividi l'Articolo