Porta di calcio collassa e uccide bimba di 5 anni a Rocca di Botte nell'Aquilano

Stava giocando con il cane e i genitori erano lì a pochi passi, a tenerla d'occhio.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

All'improvviso la porta di calcio del campetto in cui si trovava è collassato e una trave di ferro portante della struttura l'ha colpita sulla testa. E' morta così, oggi pomeriggio, una bimba di 5 anni di Acilia (Roma). L'incidente si è verificato a Rocca di Botte, comune di poco più di 800 residenti nella provincia dell'Aquila.

Per la piccola Sofia non c'è stato nulla da fare. Il campetto comunale, ora transennato e posto sotto sequestro, era aperto, seppure in disuso, e non c'era alcun cartello che segnalasse il pericolo di crollo. Era frequentato dai ragazzini del luogo. 

Sul posto i soccorritori del 118, con anche un’eliambulanza dall’Aquila ma per la bambina non c'è stato nulla da fare. Aveva il capo spaccato. Sull'accaduto indagano i carabinieri di Tagliacozzo (Aq), che stanno ricostrendo la dinamica.

La Procura dell'Aquila, in particolare il pm  Elisabetta Labanti, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. La salma è stata restituita ai familiari dopo l'esame cadaverico esterno eseguito sul posto. Devastati dal dolore la mamma e il papà, raggiunti dagli altri parenti. 

 Erano tutti tornati in Abruzzo per un periodo di vacanza. 19 ott. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2192

Condividi l'Articolo