Città Sant'Angelo. Bimbo annega nella piscina di casa

 Era in casa con la madre, che lavora come cassiera in un supermercato, e la sorella più grande quando, all'improvviso, mentre giocava, è sparito dalla vista dei familiari. Che lo hanno cercato e lo hanno trovato che galleggiava nella piscina di casa: una vista agghiacciante. Era in acqua privo di vita. 

E' morto così ieri sera, a Città Sant'Angelo (Pescara), Lorenzo Grilli, due anni compiuti da circa un mese. La mamma Amedea e i nonni hanno tentato di rianimare il piccolo e chiesto aiuto. Sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 e i carabinieri, che stanno effettuando indagini. Ma per il bambino ormai era troppo tardi.

Il fatto è accaduto in un villino di contrada Maddalena, a ridosso della provinciale che porta al centro storico di Città Sant'Angelo. "Una terribile disgrazia - dice il sindaco Matteo Perazzetti - in una famiglia amorevole ed eccezionale. Purtroppo quando si sono accorti dell'accaduto non c'era più niente da fare".

Sul dramma è stata rimessa un'informativa alla Procura di Pescara. Il pm Rosangela Di Stefano ha aperto un fascicolo e iscritto, come atto dovuto, i genitori nel registro degli indagati, anche se il papà Diego non era presente al momento della tragedia. Disposta l'autopsia sul corpicino della vittima. 18 mag. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3774

Condividi l'Articolo