Coronavirus. Ordinanza di Marsilio per screening su studenti in tutto Abruzzo. Slitta riapertura scuole in diversi comuni

Al via gli screening di massa in diversi comuni della provincia di Chieti prima del rientro a scuola degli studenti, dei docenti e del resto del personale, previsto, al momento, per il 10 gennaio.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Il presidente della Regione, Marco Marsilio, ha firmato oggi l'ordinanza, la numero 1 del 2022, sulla sospensione delle attività didattiche il 7 e 8 gennaio e attivazione di screening in ambito scolastico in tutto l'Abruzzo. Questi i criteri: è consentito l’impiego di test antigenici, purché caratterizzati dai seguenti livelli di performance analitica: sensibilità analitica ≥90%, specificità analitica ≥97%. La partecipazione della popolazione scolastica - viene inoltre specificato - ha carattere volontario in ossequio alla normativa vigente in materia.

In provincia di Chieti sono 50mila i test messi a disposizione dalla Asl. 

A Vasto, dove ieri i nuovi positivi hanno superato quota 1.000, le operazioni si svolgeranno al PalaBCC di via dei Conti Ricci domani e domenica, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19. "Come Comune capofila del territorio, assicureremo lo screening anche ai residenti degli altri centri del Vastese", afferma il sindaco Francesco Menna. 

A Lanciano sarà il padiglione 1 dell'Ente Fiera ad ospitare le due giornate riservate ai test che si svolgeranno domani 8 gennaio e domenica 9, dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.30. A Ortona si è partiti già oggi al drive in di Lido Saraceni e si continuerà domani. "Lo screening - rende noto il Comune - è rivolto agli studenti dai 6, prima classe della primaria, ai 19 anni, ultimo anno della scuola superiore". Nel weekend postazioni per i test antigenici a San Salvo. Fine settimana di controlli anche a Fossacesia, dove dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 è operativo pure il centro vaccinale nella palestra polivalente di Via Primo Maggio. 

"Ancora una volta - dichiara il sindaco Enrico Di Giusepantonio - ci sottoponiamo a uno sforzo organizzativo, forti dell’esperienza acquisita in questi mesi per permettere ai cittadini di Fossacesia, Santa Maria Imbaro, Mozzagrogna e Rocca San Giovanni di potersi immunizzare. Siamo in una fase molto delicata in cui dobbiamo tutti collaborare".

Screening anche ad Atessa, promosso dall'amministrazione comunale, in particolare dal sindaco Giulio Borrelli, insieme all’Istituto omnicomprensivo. I test vengono eseguiti  dalle 8.30 alle 13.30 nelle palestre  dell’Istituto Spaventa  e della scuola di Monte Marcone. A Paglieta, il sindaco Ernesto Graziani, ha disposto la sospensione delle attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado per 7 e 8 gennaio, al fine di consentire la massima partecipazione, il 9 gennaio, allo screening previsto per il “rientro in sicurezza a scuola” dopo le festività natalizie. L’8 gennaio, invece, campagna vaccinale al  poliambulatorio comunale per le somministrazioni delle prime, seconde e terze dosi del siero anti Covid.

Si allunga la lista di Comuni dove slitterà il rientro in aula.

Ieri i sindaci di San Vito Chietino, Treglio e Rocca San Giovanni, sentito il parere dei medici di base, hanno firmato le ordinanze che sospendono le lezioni in presenza dal 10 al 14 gennaio, visto l'incremento dei contagi. Sarà attivata la didattica a distanza e si procederà ad uno screening invitando, contestualmente, alla vaccinazione la popolazione in età scolastica. Analogo provvedimento era stato preso dai sindaci di Casalbordino, Scerni, Pollutri e Villalfonsina dove le aule resteranno chiuse fino al 17 gennaio.

Il presidente della Provincia di Chieti, Francesco Menna, fa sapere che nei prossimi giorni il prefetto di Chieti, Armando Forgione, convocherà il tavolo per fare il punto della situazione sui contagi da Covid 19 in provincia di Chieti e le eventuali misure da adottare. 07 gen. 2022

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 7857

Condividi l'Articolo