Attività da fare in spiaggia e al mare

Amate il mare, ma non stare tutto il giorno sdraiati sotto l’ombrellone? Vediamo quali sono le attività più divertenti da fare quando siete in vacanza.


Per molti le vacanze sono fatte di totale relax e nullafacenza: un buon libro da leggere sotto l’ombrellone, un po’ di sole per abbronzarsi e ore di riposo da trascorrere comodamente sul lettino. Altre persone invece ammattiscono al solo pensiero di dover passare intere settimane (o anche un singolo week end) in spiaggia, senza la possibilità di fare niente di avvincente o divertente. In realtà ci sono davvero tantissime attività da poter fare quando siete in vacanza, in modo da potervi divertire e fare sport tenendovi in forma. Vi ricordiamo che su hobby quotidiano potete trovare tantissime idee per divertirvi e passare il tempo.

Beach Volley

Sebbene alle Olimpiadi di Tokyo non ci sia andata molto bene, il Beach Volley rimane una delle attività più divertenti da fare in spiaggia, specialmente se avete un gruppo di amici e il vostro stabilimento dispone di campi adatti o anche solo di una rete montata sulla spiaggia. Il Beach Volley è uno sport molto divertente e allo stesso tempo faticoso, in quanto muoversi sulla sabbia è tutt’altro che facile. Se siete degli sportivi potete organizzare delle partite due contro due, altrimenti meglio giocare in più persone per coprire più zone del campo. Per giocare avrete bisogno di un pallone da beach volley che potrete comprare online o in qualsiasi negozio della località marittima dove vi trovate.

Beach Soccer

Da ragazzi avrete sicuramente piantato un paio di ciabatte o infradito sulla sabbia a mò di pali della porta e organizzato accanite partite di calcetto da spiaggia. Non tutti gli stabilimenti balneari si dimostrano particolarmente aperti a questa attività, in quanto potrebbe disturbare i clienti più ‘rilassati’, ma sulle spiagge libere alle tarde ore del pomeriggio potreste trovare lo spazio necessario per giocare senza arrecare alcun fastidio. Bastano un po’ di amici e un pallone per dare inizio al match, stando sempre un po’ attenti agli infortuni in quanto giocare sulla sabbia risulta più pesante e faticoso.

Snorkeling

Se avete prenotato le vacanze in spiagge che presentano dei bei fondali, allora potete considerare di fare un po’ di snorkeling. Lo snorkeling è un’attività molto divertente sia per i grandi sia per i piccoli, in quanto permette di vedere pesci senza doversi immergere. Per farla sono necessari una maschera e un boccaglio (vanno bene anche quelle economiche) che vi permetteranno di vedere i fondali e di respirare mentre nuotate. Alcuni villaggi turistici organizzano gruppi di snorkeling per poter ammirare i fondali più belli, specialmente nelle località turistiche dove ci sono coralli e altri spettacolari habitat per la fauna e la flora marittima.

SUP

Acronimo di Stand Up and Paddle, questa particolare disciplina prevede l’uso di una tavola da surf e di un remo per potersi spostare. Fondamentalmente il SUP si ispira alle tecniche di navigazione che alcune popolazioni usavano (e usano) per spostarsi sui fiumi e sui laghi. Questa disciplina ha riscosso un grande successo negli ultimi anni, in quanto si rivela più immediata del surf e di altri sport acquatici, inoltre risulta molto rilassante. Il SUP si pratica quando il mare è calmo e richiede un minimo di equilibrio e coordinazione, oltre che una buona tavola e un remo resistente.

Surf

In Italia non ci sono molti posti dove praticare surf, ma se siete in cerca di una vacanza alternativa potete prenotare delle lezioni e magari un posto letto in una delle tantissime ‘surf house’ sparse per l’Europa, come ad esempio sulle coste del Portogallo e della Francia. Il surf è una disciplina spettacolare, ma che richiede anni e anni di pratica assidua per poter ottenere dei risultati soddisfacenti. Questo però non toglie che può risultare divertente anche se praticata solo d’estate a livelli amatoriali, magari imparando sempre qualcosa di nuovo dagli insegnanti di surf. Anche la variante kite surf risulta molto divertente, inoltre è più facilmente praticabile anche sulle coste italiane, a patto che ci sia un po’ di vento.

Immersioni

Se i fondali del mare vi affascinano, potete sempre informarvi su eventuali corsi di sub nella vostra città o magari nella stessa località di mare dove vi recate. Lo scuba-diving è un’attività incredibilmente affascinante, ma allo stesso tempo dispendiosa in termini di tempo in quanto la preparazione può durare molto, sebbene venga ripagata da esperienze marine davvero mozzafiato. Anche i costi non scherzano: l’equipaggiamento tra bombola, muta, pinne e maschera infatti non è proprio economico, così come i corsi che spesso presentano prezzi davvero alti. Quindi vi invitiamo a considerare la vostra disponibilità prima di cominciare questa avventura. 30 sett. '21

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 332

Condividi l'Articolo