Lanciano. Giro d'Italia. 'Niente soldi dalla Regione per asfalti? Il Comune non li ha mai chiesti'

Lanciano non ha mai chiesto i soldi per riasfaltare le strade cittadine attraversate dal Giro d’Italia il prossimo 13 ottobre. Lo chiarisce il direttivo cittadino della Lega, in risposta alle lamentele di questi giorni di esponenti dell'amministrazione Pupillo. E la conferma arriva anche dagli uffici regionali dove in effetti non è mai giunta alcun documento in merito. 

Che precisa: “Tutti i Comuni interessati dal passaggio della corsa rosa hanno fatto richiesta di fondi regionali”. Ma Lanciano no. “Ad inizio anno, il sindaco Mario Pupillo, - viene spiegato in una nota - in qualità di presidente della Provincia, ha scritto alla Regione invitandola ad attivarsi per tempo riguardo ai finanziamenti per il piano asfalti delle strade provinciali interessate dal Giro, all’epoca previsto per il solito mese di maggio.

In seguito gli scenari sono cambiati per i noti eventi e l'organizzazione del Giro ha dovuto rivedere la propria organizzazione, comprese tappe e periodo di svolgimento”. La Provincia sì dunque, ma il Comune no. Il Comune si è attivato nei giorni scorsi con un proprio piano asfalti per alcune strade attraversate dalla ‘carovana’, come in via per Fossacesia, non senza però lamentarsi del fatto di non aver ricevuto fondi dalla Regione. 

Nessuna richiesta neanche dopo il lockdown nazionale. Perché - si chiedono i leghisti  – “ora alcuni esponenti della stessa Giunta attaccano la Regione, colpevole di averla ‘esclusa’ dai fondi? Ma la Regione Abruzzo può considerarsi responsabile? No, lo sono gli amministratori della nostra città che hanno dimostrato, ancora una volta, malgoverno, zero programmazione ed inadeguatezza”.

Insomma, qualcuno deve aver dimenticato di inviare una formale richiesta. O, forse, si sperava in un aiuto economico a prescindere; difficile da realizzarsi nelle pubbliche amministrazioni.

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 2091

Condividi l'Articolo