Lanciano. Il Pd attacca la Regione sulla sanità. 'Va tutto a rilento, tra disservizi e non scelte'

Sanità a rilento in Abruzzo, specialmente in provincia di Chieti dove la Asl Lanciano-Vasto-Chieti è anche priva del vertice aziendale, per scadenza,  dal 15 marzo scorso. Questa la denuncia che il Pd ha fatto oggi nella sede di Lanciano (Ch) del partito, col segretario provinciale Gianni Cordisco, il capogruppo consigliare regionale Silvio Paolucci, il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, anche in veste di presidente della Provincia, e Rosetta Madonna, segretaria di Lanciano.   

Attacco alla nuova Giunta regionale, quindi. Innumerevoli i problemi del settore che Paolucci riassume "nell’assenza della governance della Asl e con un 2019 completamento perso". "Bloccati - ha detto - anche i 18 milioni sul personale che non si riescono a utilizzare e non parte nessun concorso per l’Abruzzo. Nella Asl frentana c’è enorme difficoltà nelle tante sale operatorie, per carenza di anestesisti e radiologi, che funzionano solo per casi urgenti e con sedute aggiuntive. Nessuna chiarezza nemmeno sulla programmazione edilizia".

La maggiornanza in Regione - ha continuato - "ha avuto un lascito significativo per i nuovi ospedali di Chieti, Lanciano e Vasto. Si è opposta al project financing a Chieti e non ha proseguito il lavoro su Lanciano e Vasto dove non c'è chiarezza: non si capisce se vogliono fare due ospedali o uno; anche per responsabilità del Governo nazionale e di M5S, mai nessuna risposta in 16 mesi su questa vicenda".

"Su Lanciano - ha proseguito - aspettiamo poi la seconda ambulanza e che si riparta con le prestazioni chirurgiche a seguito della sospensione del reparto Rianimazione per i lavori legati all’amianto. Anche su Ortona deve ripartire l’area chirurgica, come la riqualificazione di chirurgia a Chieti per l’assenza   di operatori andati dai privati, legittima scelta, ma non quello del pubblico di rimanere sospeso senza provvedere ai ricambi e alle sostituzioni. Stessa cosa accade a Vasto. Questa Giunta è molto lenta".  

Per il segretario Pd, Cordisco: "Questa Giunta assopisce e ammutolisce e vive solo di annunci più che di fatti”. Pupillo ricorda che il precedente governo regionale a Lanciano ha realizzato un progetto di emergenza -urgenza "che ci pone in testa alle considerazioni nazionali. Sul nuovo ospedale si decida perché non siamo tranquilli per vetustà e sismicità". Rosetta Madonna, che ha anche auspicato che si prosegua con la prevenzione, ha poi ricordato il sindacalista Fiom, Marco Di Rocco, scomparso tre anni fa: "Una grande persona – dice Madonna - che aveva trasformato la sua passione politica in servizio e attenzione verso gli altri. Bisogna seguire il suo esempio". 

Walter Berghella     

@RIPRODUZIONE VIETATA

Nella foto la conferenza stampa tenuta dal Pd a Lanciano

totale visualizzazioni: 1129

Condividi l'Articolo