Elezioni provinciali Chieti: Filippo Paolini candidato a presidente per centrodestra. Ecco le liste che lo sostengono

E' Filippo Paolini il candidato a presidente della provincia di Chieti per il centrodestra, nella competizione elettorale del 18 dicembre prossimo.

Il neo sindaco di Lanciano (Ch), già primo cittadino del capoluogo frentano per due legislature fino al 2011, sostenuto da due liste, tenterà di essere il successore di Mario Pupillo, presidente uscente della provincia e sindaco di Lanciano durante le scorse due legislature, e di sfidare Francesco Menna, sindaco di Vasto, candidato del centrosinistra.
Ecco le liste di amministratori locali che sostengono Paolini e sono anch’essi candidati alla carica di consigliere provinciale

Lista “Paolini presidente”
Giovanni Angelucci, Eugenio Caporrella, Francesca Cipolla, Stefano Costa, Carla Di Biase, Donatello Di Prinzio, Maria Rosaria Elia, Guido Giangiacomo, Emma Letta, Giuseppe Luciani, Elisa Marinelli, Gianni Gabriele Perrucci.

Lista “il territorio con Paolini”
Marcello De Vitis, Antonio Di Martino, Consuelo Di Martino, Veruska Di Paolo, Marianna Di Valentino, Rosalinda Di Salvo, Andrea Laudadio, Luigi Palumbo, Silvio Settimio.

La candidatura di Paolini è stata resa nota, qualche giorno fa, dai coordinatori Mauro Febbo e Daniele D'Amario per Forza Italia; Antonio Tavani per Fratelli D'Italia; Nicola Campitelli, Fabrizio Montepara e Luigi Leonzio per la Lega e Tonia Paolucci per i Civici i quali sottolineano come Paolini, di recente eletto sindaco, sia "la persona giusta, per esperienza, capacità e competenze politiche e amministrative per ridare alla Provincia di Chieti il ruolo centrale che merita. A Lanciano il centrodestra, attraverso Paolini, è riuscito a invertire la rotta conquistando il Comune dopo dieci anni di centrosinistra, soprattutto avviando un'innovativa fase di elaborazione politico-programmatica con il supporto determinante della componente dei movimenti civici. Uno scenario che vogliamo ripetere anche in Provincia. Inoltre - sottolineano i segretari - si intende costruire condizioni solide per garantire un governo attento e proattivo, per i prossimi anni. La Provincia, che in passato è stata progressivamente svuotata a causa di una riforma incompiuta, dovrà interpretare il cruciale compito di essere un punto di riferimento per Comuni e istituzioni, chiamati ad affrontare le opportunità del Pnrr, in materia di ambiente, innovazione, infrastrutture, turismo e attività produttive".  01 dicembre 2021

Stefano Suriani

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 547

Condividi l'Articolo