Calcio. Il Pescara schianta l'Andria ed è secondo

Una partita eccelsa, l'ennesima del campionato del Pescara che si conferma una delle tre corazzate del campionato di serie C.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Il secco 3-0 all'Andria è frutto di un'altra prestazione esaltante della squadra di mister Colombo che conquista l'Adriatico a suon di gol: non tanto per i numeri, viste le presenze ancora troppo esigue allo stadio visto il bacino d'utenza, quanto proprio per l'entusiasmo che settimana dopo settimana sta montando nella città abruzzese. In una splendida giornata di sole, i biancazzurri non hanno preso sotto gamba l'impegno con l'ultima della classe e con umiltà mista a consapevolezza nei propri mezzi, hanno portato a casa tre punti importantissimi nella corsa al vertice. Sì, perché quest'anno il Pescara è squadra da vertice e lo sta ribadendo con i fatti impegno dopo impegno. 

Dopo un avvio che sembrava favorevole agli ospiti, al 12' il Pescara passa in vantaggio con una bellissima combinazione tra Lescano e Cuppone che salta il portiere avversario in uscita e insacca in rete di piatto. Tutto molto semplice se si hanno gli uomini giusti in campo.

Al 37' nuovamente Cuppone protagonista in area pugliese: salta con un lob il portiere avversario e viene steso. L'arbitro fischia il rigore: palla affidata a Lescano che spiazza Zamarion e insacca il 2-0 andando a raccogliere l'abbraccio della Curva Nord. 

Il Pescara non è ancora sazio e alla fine della prima frazione di gioco cala il tris sempre con Lescano che in scivolata accompagna in rete un assist del solito Cuppone dalla destra. È apoteosi per l'attaccante argentino che si trova a meraviglia con i compagni di reparto ed è decisivo sia come uomo assist che come finalizzatore.

Nel secondo tempo le due compagini cambiano diversi elementi, ma la storia è sempr quella: il neo entrato Vergani, lanciato da Palmiero, anche lui appena entrato, si lascia ipnotizzare da Zamarion solo davanti a lui. Poco dopo la palla buona per il poker è sui piedi di Cuppone che, a tu per tu col portiere avversario, tira fuori.

Il risultato quindi resta piantato sul 3-0 e alla fine i biancazzurri ricevono l'abbraccio della Nord orfana di uno dei tifosi più conosciuti, Walter, ricordato per tutta la gara da uno striscione a lui dedicato.

La vittoria sofferta del Catanzaro con la Viterbese e soprattutto la sconfitta del Crotone a Foggia delineano l'alta classifica. E il Pescara c'è. 16 ott. 2022

FERNANDO ERRICHI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 578

Condividi l'Articolo