Calcio. Troppi infortuni: brutta sconfitta del Pescara a La Spezia

SPEZIA 2 PESCARA 0

Reti: 49’ aut. Scognamiglio, 60’ Gyasi

Spezia (4-3-3): Scuffet, Vignali (66’ Ferrer), Erlic, Terzi, Marchizza, Maggiore, M. Ricci, Mastinu (69’ Acampora), Gyasi, Galabinov, Bidaoui (79’ DI Gaudio). In panchina: Ramos, Ricci, Krapikas, Capradossi, N’Zola, Bartolomei, Gudjohnsen, Angeletti. All. Italiano

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Masciangelo, Drudi, Scognamiglio, Crecco, Melegoni, Palmiero (61’ Bocic), Bruno, Galano (79’ Pavone), Maniero (70’ Bojinov), Clemenza. In panchina: Campagnaro, Alastra, Farelli, Diambo, Marafini, Borrelli, Forte. All. Legrottaglie

Ammoniti: Drudi, Palmiero, Masciangelo, Maniero, Vignali
Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce. Assistenti: Di Gioia e Rossi. IV Ufficiale: Serra

Brutta sconfitta del Pescara a La Spezia. I biancazzurri, in gravi difficoltà di formazione per via dei tanti tra infortunati e squalificati, soccombono con il punteggio di 2-0 al termine di una gara totalmente insoddisfacente. Squadra che mostra tanti limiti di qualità, senza i vari Memushaj, Zappa, Busellato (Bettella ha dato forfait all'ultimo istante), con involuzione di elementi di spicco, come ad esempio Scognamiglio, Maniero, Palmiero, Galano, solo per citarne alcuni: risultato, zero tiri nello specchio della porta per gli abruzzesi durante tutta la gara che è rimasta sempre saldamente nelle mani dei padroni di casa, sempre pericolosissimi. Ci mette del suo anche mister Legrottaglie che non ha il coraggio di gettare prima nella mischia Bojinov, attendendo il 70’ per capire che in questo momento giocare con Maniero lì in attacco significa non dare profondità alla squadra: il bulgaro, nel finale, riesce a dare quella esplosività mancante anche se non è concretizzata con una rete. Insomma, tanti tanti aspetti negativi in questo Pescara infrasettimanale che festa piantato a 35 punti non fa di continuità al risultato positivo di domenica sera nel derby con l'Ascoli. Continua, invece, il momento magico dello Spezia che vola nelle alte zone della classifica anche grazie alla seconda vittoria stagionale contro il Pescara. Il futuro per i biancazzurri, a questo punto, si fa difficile, vista la prossima gara in programma a Benevento, squadra che sta facendo campionato a sé avendo perso una sola volta quest'anno proprio allo stadio Adriatico (4-0 per i biancazzurri dell'allora allenatore Zauri).

6’ Spezia vicino al gol con un tocco sotto porta di Maggiore che non trova lo specchio per una questione di centimetri
9’ Sinistro di Gyasi dai 18 metri e palla bloccata a terra da Fiorillo
9’ Sul ribaltamento di fronte occasione per Galano lanciato da Palmiero, ma l'attaccante biancazzurro trova solo l'esterno della rete
23’ Maggiore chiama Fiorillo all'intervento risolutivo su tiro dal limite
33’ Combinazione spettacolare in velocità per vie centrali Maggiore-Gyasi-Maggiore-Galabinov-Maggiore, piatto piazzato di quest'ultimo e respinta di Fiorillo perché il pallone risulta centrale
48’ Ancora Maggiore impegna Fiorillo con un diagonale pericolosissimo, ma il portiere biancazzurro risponde alla grande in corner
49’ Autogol di Scognamiglio che tocca un pallone sotto porta in maniera goffa, impallinando Fiorillo che non si aspettava l'errore del compagno
60’ Maggiore riceve all'interno dell'area di rigore biancazzurra un pallone particolarmente invitante, prende la mira e spara a rete, ma Fiorillo risponde alla grande
60’ Secondo gol per lo Spezia che raddoppia con Gyasi, capace di mettere in rete un gran pallone crossato basso da Maggiore, fatto poi scivolare con un velo da parte di Galabinov per Gyasi, appunto, che appoggia in rete. Gran gol dello Spezia. Pescara in grande difficoltà
67’ Sinistro di Maggiore da posizione ottimale, ma Fiorillo blocca a terra l'ennesimo lallone
72’ Galano ruba palla a centrocampo, si incunea con diversi compagni a supporto, ma arrivato al limite dell'area ligure decide di tirare in porta, calciando alto il pallone
74’ Destro di Bidaoui e palla fuori dopo una galoppata sulla fascia sinistra
85’ Colpo di testa di Bojinov su cross di Bocic, ma palla colpita male e la sfera è di Scuffet
86’ Ottimo stop di petto e tiro al volo da parte di Bojinov che inventa una conclusione spettacolare che sorvola la traversa di Scuffet.

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 597

Condividi l'Articolo