Calcio. Pescara annientato a Benevento. Giocatori con le mascherine causa Coronavirus

BENEVENTO 4 PESCARA 0

Reti: 17’ Insigne, 21’ Sau, 33’ Moncini, 71’ Improta

Benevento (4-4-2): Montipò, Maggio, Tuia, Volta, Barba, Insigne (73’ Kragl), Del Pinto (84’ Basit), Schiattarella, Improta, Sau (65’ Hetemaj), Moncini. In panchina: Manfredini, Gori, Rillo, Caldirola, Coda, Pastina, Di Serio. All. Inzaghi

Pescara (3-5-2): Fiorillo, Bettella, Campagnaro, Marafini (82’ Diambo), Masciangelo, Memushaj, Bruno (60’ Melegoni), Clemenza, Crecco, Galano, Borrelli (70’ Maniero). In panchina: Alastra, Farelli, Pavone, Bojinov, Forte. All. Legrottaglie

Ammoniti: Volta, Maggio
Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini. Assistenti: Christian Rossi di La Spezia e Pietro Dei Giudici di Latina. IV Ufficiale: Fabio Natilla di Molfetta

Ci si attendeva una mattanza e tale è stata per i biancazzurri, surclassati per 4-0 nel deserto di Benevento. I biancazzurri, scesi in campo con le mascherine sul viso (tolte poi solo su richiesta dell'arbitro Rapuano perché non conformi al regolarmente un istante prima di iniziare a giocare), dopo un quarto d'ora decente hanno sbandato paurosamente ricevendo pan per focaccia dopo il poker d'andata allo stadio Adriatico (unica sconfitta in campionato per le Streghe). Poco o niente da parte del Pescara contro la capolista che sta asfaltando il campionato: una sorta di nulla cosmico biancazzurro, adagiatosi nel silenzio dello stadio Vigorito nel quale si sentivano solamente le voci dei protagonisti in campo.

Troppo semplice per i giallorossi di casa fare di un sol boccone l'armata di mister Legrottaglie, giunta a Benevento con una coda tra le gambe tale da non dare l'impressione di poter portare a casa punti importanti per la salvezza. Al 17’ è già vantaggio per il Benevento con Roberto Insigne che pochi minuti dopo serve l'assist a Sau che raddoppia. Al 33’ è già 3-0 e la partita è virtualmente chiusa. Il 4-0 di Improta a metà della ripresa suggella lo strapotere della squadra da record di Filippo Inzaghi che in questo girone di ritorno sta addirittura accelerando rispetto ai punti conquistati nelle stesse gare dell'andata. Per mister Legrottaglie, invece, è buio pesto. Prima dell'inizio del match dà forfait anche Scognamiglio per un problema muscolare: il Pescara, quindi, ha una squadra intera ai box tra squalifiche ed infortuni.

Opportunità per vedere all'opera qualche volto nuovo, come ad esempio Marafini, alla sua prima in serie B; nella ripresa spazio anche per Diambo che colleziona i primi minuti in cadetteria della sua carriera. Bojinov, invece, vede solo la panchina, la stessa che Legrottaglie sente scricchiolare dopo l'ennesima sconfitta. Discorso a parte deve essere fatto per quanto riguarda la necessità o meno si giocare a tutti i costi in questo momento delicato della storia italiana. Non sarebbe meglio bloccare definitivamente tutto? La vista dei giocatori in campo con le mascherine dovrebbe davvero aprire gli occhi di chi in questo momento è ancora offuscato dal dio denaro. Il calciatori non devono essere esenti dalle direttive emanate per la sicurezza della popolazione.

9’ Galano ci prova dai 25 metri ma Montipò blocca il pallone con sicurezza
11’ Memushaj ha una buona chance su punizione dalla distanza, ma il suo tiro a giro non scende abbastanza e la sfera passa alta sulla traversa giallorossa
17’ Insigne porta in vantaggio il Benevento con un gran sinistro al giro da ottima posizione: la palla in fondo al sacco lì dove Fiorillo non può arrivare
21’ Raddoppio del Benevento con Sau che sfrutta al meglio un assist di Insigne. Tiro preciso da posizione favorevole e Fiorillo non può fare altro che raccogliere il pallone in fondo alla rete. Gol nato da uno scivolone di Bettella, caduto mentre stava calciando il pallone: la palla raggiunge invece Insigne che innesca Sau per il 2-0
27’ Bella occasione per Bettella che, servito in velocità da Clemenza, da pochi metri spara in diagonale contro Montipò che devia in corner
29’ Azione stupenda del Pescara che arriva sotto porta con Memushaj il quale, dopo l'assist di Galano, porta il pallone sul destro e poi sul sinistro per superare un paio di avversari, arriva davanti a Montipò, tocco di punta e respinta del portiere di casa. Pescara a un passo dalla rete
33’ Terzo gol del Benevento con Moncini che di testa raccoglie un cross perfetto di Improta e manda in rete il cuoio con una certa semplicità
39’ Tiro di Memushaj su punizione dalla distanza e palla che non può infastidire più di tanto Montipò che blocca
54’ Sau divora un gol fatto lanciato a rete a tu per tu con Fiorillo: il tocco dell'attaccante giallorosso manda incredibilmente fuori il pallone
57’ Sinistro a giro di Insigne dal limite e palla alta
61’ Fiorillo salva su diagonale di Sau, smanacciando la sventola in diagonale dell'attaccante in corner
62’ Crecco salva il possibile 4-0 su incursione di Insigne
64’ Melegoni inventa un filtrante perfetto per Borrelli che spara a rete, ma Montipò è sempre presente ribattendo il pallone
68’ Stop e mezza rovesciata di Moncini in piena area di rigore biancazzurra, ma il pallone esce dallo specchio della porta di Fiorillo
71’ Poker di Improta che appoggia in rete un pallone di Moncini che va solo spunto in rete. Il Benevento estingui è così i 4 gol subiti all'andata allo stadio Adriatico
74’ Destro di Kragl da appena fuori area e respinta di Fiorillo
79’ Al tiro al bersaglio partecipa anche Hetemaj che però non trova la porta dal limite con un destro forte ma non preciso
83’ Improta spara a rete con forza in mezzo all'area biancazzurra e deviZione di Fiorillo in calcio d’angolo
85’ Masciangelo salva incredibilmente rientrando in tempo su Moncini arrivato a tu per tu con Fiorillo: palla in angolo dopo l'intervento dell'esterno difensivo biancazzurro
91’ Botta di Memushaj su punizione dal limite e palla alta.

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1022

Condividi l'Articolo