Il Parco nazionale della Majella seleziona 71 giovani volontari per il servizio civile

Sono 71 i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni che avranno l’opportunità di fare un’esperienza di lavoro grazie ai Progetti di servizio civile proposti dal Parco nazionale della Majella e finanziati dal Dipartimento per le Politiche giovanili.

I volontari che parteciperanno ai progetti, denominati "Majella, scrigno di biodiversità" e "Majella, cultura dell'accoglienza e sviluppo sostenibile", potranno offrire il loro contributo al territorio del Parco, in termini di tutela e conservazione della natura, sviluppo sostenibile, educazione all’ambiente, promozione e valorizzazione delle emergenze naturalistiche e storico-culturali.

"Inizia un nuovo percorso per il Parco – commenta il presidente Lucio Zazzara -, in un momento storico particolarmente difficile e delicato. La sinergia raggiunta con i tante realtà che hanno reso possibile questo risultato, testimonia la bontà del lavoro svolto, nell’interesse esclusivo del territorio”.

“L’impegno è stato premiato - aggiunge il direttore, Luciano Di Martino -. Ciò è stato possibile anche grazie alla collaborazione delle 17 amministrazioni comunali che hanno aderito ai progetti, e che unitamente all’Ente Parco, in quanto sedi di accoglienza, potranno ospitare i volontari. Il supporto alle attività sarà inoltre garantito da 45 enti ed associazioni”.

I bandi saranno pubblicati nei prossimi giorni. Per partecipare alla selezione occorrerà avere a disposizione l’identità digitale. I giovani tra i 18 e i 28 anni che vorranno presentare domanda dovranno infatti utilizzare Spid per accedere alla piattaforma on-line Dol.  18 dic. 2020

Iaia Fioretti

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 941

Condividi l'Articolo