GUARDA LE FOTO

Inarrestabile la crescita della Sangritana Cargo Spa, sede a Lanciano (Ch), che in due anni ha raggiunto 8,7 milioni di euro di fatturato, oltre il 60% su base triennale, e che punta ai 15 milioni per il 2025.

Nel 2021 ha avuto una produzione chilometrica che ha superato i 700 mila treni – chilometro. "Con i nostri trasporti abbiamo tolto dalla strada 1.400 tir". Sangritana protagonista nel nuovo scenario del trasporto merci grazie all'intermodalità che già gli permette di raggiungere Germania e Francia. La partecipata dell'azienda regionale di trasporto Tua è il vettore numero uno sulla linea ferroviaria Adriatica, comè è stato rimarcato, oggi, a Lanciano, nel salone d'onore della Casa di conversazione, dove si è svolta la conferenza su bilancio, futuro e innovazione. 

“Sangritana ha un ruolo da protagonista – dice il governatore Marco Marsilio -. La linea Adriatica sarà sempre più specializzata per il trasporto merci e cerniera fra nord e sud e tra est e ovest. Avere un'azienda regionale che da due anni moltiplica fatturato e dipendenti dimostra che è un vettore nazionale ed internazionale. Bisogna intercettare la fase di sviluppo e crescita e trasformarla in opportunità per le imprese – aggiunge Marsilio -. Abbiamo stanziato fondi per l’ultimo miglio ferroviario e stradale per i porti di Ortona e Vasto per migliorare la logistica e integrarla con l'interporto di Manoppello. Questo fattore offre al territorio le risorse per essere competitivi col resto del mondo. Le aziende restano in Val di Sangro – ammonisce Marsilio - se trovano la piattaforma logistica e servizi di qualità per far sì che arrivino le materie prime e possano poi partire prodotti finiti a minori costi". 

Lo stesso Marsilio ricorda l'esempio dei 62 milioni di euro di risorse messe a disposizione della Zes. Quanto alla Sevel il presidente afferma: "La preoccupazione Sevel esiste ma non voglio enfatizzarla. Il problema delle forniture riguarda il mondo intero. C'è ora la transizione ecologica che cambia radicalmente le filiere produttive, come l'elettrico che è diverso e comporta una riflessione. Ho dato disponibilità in sede Ue per ragionare, insieme, sulle conseguenze e come affrontare questa transizione, per limitare danni e aumentare le opportunità. Sevel non pensa di andare via se troverà chi gli mette a disposizione servizi e logistica per distribuire i prodotti in Europa. La competitività va sviluppata e Sangritana sarà protagonista nel dialogo con le aziende".

Sulle piattaforme logistiche di Saletti di Atessa e Fossacesia il presidente Sangritana Alberto Amoroso chiede di accelerare i lavori: "Gli investimenti sono stati fatti – dice Amoroso - ora mettiamoli a terra. Ne beneficeranno Sangritana e territorio. Non perdere tempo con la burocrazia che bloccherebbe opportunità di crescita".

Sangritana ha opzionato ai colossi Bombardier e Alstom quattro nuovi locomotori, consegna fra 24 mesi e costo di 3,5 milioni di euro ciascuno.

All'incontro hanno preso parte Fulvio Quattroccolo, Sandro Imbastaro, Vincenzina Colonna e Giancarlo Finizio, direttore del colosso Trigano Van che, ugualmente a Sevel, invia i prodotti in Europa con i cargo. A dare il benvenuto il sindaco Filippo Paolini. Presente anche il consigliere regionale Mauro Febbo. Per il successo cargo il presidente di Tua Gianfranco Giuliante ringrazia Pasquale Di Nardo, predecessore di Amoroso, e parla di: "Continuità. Abbiamo puntato su 170 milioni di euro per ristrutturare un comparto a servizio di aziende del territorio che fanno il 13% del pil abruzzese. Cerchiamo di evitare meccanismi di delocalizzazione che altrove crea problemi".  17 dic. 2021

Walter Berghella  

@RIPRODUZIONE VIETATA 

Foto Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 1610

Condividi l'Articolo