SanMarco Industrial di Atessa: la vertenza approda in Regione

Approda in Regione, a Pescara, la vertenza della SanMarco Industrial di Atessa (Ch). Incontro oggi tra l'assessore al Lavoro, Pietro Quaresimale, e i sindacati. 

Presenti, al tavolo, le segreterie di Fim e Fiom. "Abbiamo esposto le nostre preoccupazioni - spiega in una nota la Fim Cisl - riguardo all'atteggiamento poco chiaro dell'azienda sia sul futuro dello stabilimento ma riguardo ai propri dipendenti". Sono stati dichiarati 80 esuberi. "Nel 2017 - è stato fatto presente all'assessore - , al momento dell'acquisizione della fabbrica, fu presentato un piano industriale in cui i lavoratori, che sono 163, hanno rinunciato a gran parte dei premi aziendali. Dall'altra parte c'era stato l'impegno a mantenere tutti gli addetti. Adesso la situazione è che metà dei dipendenti, sempre gli stessi perché non viene attuata la rotazione, è in cassa integrazione da mesi e la situazione è disperata. Non c'è poi volontà di portare altre lavorazioni sul territorio".

Troppi ritardi e poca chiarezza, quindi. "I lavoratori e le loro famiglie - dice ancora il sindacato - vivono il domani con estrema incertezza ma con dignità. Tutti i martedì e giovedì mettono in scena un sit in di protesta per contestare quanto sta accadendo". 

"Siamo fortemente in apprensione - si sottolinea - visto che la Faist, azienda dello stesso gruppo Scattolini, è stata smantellata e chiusa un anno fa, da un giorno all'altro". E' stato chiesto alla "Regione di monitorare la situazione e di verificare il rispetto degli accordi siglati".  28 apr. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 878

Condividi l'Articolo