Costa dei Trabocchi. In arrivo fondi per punti vendita e approdi per i pescatori
GUARDA LE FOTO

Si riaprono i termini per migliorare la vendita diretta e adeguare gli approdi e i luoghi di sbarco per contribuire ad accrescere le economie dei pescatori del territorio.

Al centro dell’iniziativa due bandi pubblici volti a finanziare interventi di realizzazione di punti vendita e l’adeguamento degli approdi nei vari centri della Costa dei Trabocchi, ossia Casalbordino, Fossacesia, Francavilla al Mare, Ortona, Rocca San Giovanni, San Salvo, San Vito Chietino, Torino di Sangro, Vasto. E' l’obiettivo che persegue il Flag Costa dei Trabocchi (Fisheries local action group).

Ci sono ancora risorse a disposizione per cui il consorzio che si occupa di promozione e sviluppo della pesca sostenibile e del litorale ha deciso di aprire una seconda finestra per offrire un’opportunità in più. Potranno accedere al bando in particolare i Comuni e gli organismi di diritto pubblico, i gestori di servizi all’interno di porti e approdi o i soggetti collettivi, purché rientranti o aventi sede legale nei comuni costieri della provincia di Chieti.

In sintesi queste le misure di riferimento e l’importo:

Azione 1.A.3 “Terre di Mare – adeguamento di approdi e luoghi di sbarco”: lo scopo è migliorare e creare strutture per la caratterizzazione dei luoghi della pesca, acquisto di attrezzature e arredi funzionali a migliorare la gradevolezza dei luoghi della pesca (inclusi elementi di segnaletica e/o cartellonistica, aree attrezzate e percorsi) o riqualificare e migliorare le infrastrutture e la funzionalità di approdi e luoghi di sbarco già esistenti, potenziando la fruibilità e i servizi I richiedenti potranno contare su un contributo massimo di 33.000 euro per ciascun intervento.

Azione 1.A.2. “Luoghi di vendita del pescato locale. Infrastrutture per la filiera breve e la vendita diretta”: qui, invece, lo scopo è favorire la creazione e/o il miglioramento di spazi dedicati alla vendita diretta o sostenere l’acquisto di attrezzature per la vendita del pescato fresco, di semi lavorati da cuocere e di prodotti cucinati, da collocare in tali spazi. La dotazione finanziaria è di 50mila euro, sempre derivanti dal Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca.

"La vendita diretta- sottolinea il presidente del Flag, Franco Ricci (nella foto) - ha ancora un importante potenziale di sviluppo: la sua presenza può essere ora incrementata. Per questo tipo di sviluppo, come dimostra l’esperienza recente, è necessario attivare una combinazione di azioni di collaborazione con le amministrazioni pubbliche che rendano efficienti, accoglienti e attrattivi gli spazi a disposizione dei pescatori".

Le domande di partecipazione dovranno essere redatte utilizzando gli appositi moduli disponibili sul sito www.flagcostadeitrabocchi.it e pervenire entro le ore 23.59 del 7 gennaio 2021, a mezzo posta elettronica certificata, all’indirizzo gac.costadeitrabocchi@legalmail.it.  24 nov. 2020

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 1562

Condividi l'Articolo