Baomarc: 'Avanti con gli investimenti ad Atessa. La Regione rispetti impegni presi'

"La reindustrializzazione dell’area di Atessa è parte integrante del futuro assetto produttivo di Baomarc nel Centro-Sud Italia, come anticipato al ministero dello Sviluppo economico, alle organizzazioni sindacali e alla Regione Abruzzo non più tardi del 10 giugno scorso”.

E' quanto spiega Andrea Mazzesi, amministratore delegato della Baomarc, colosso industriale impegnato della riconversione del sito ex Honeywell di Atessa. L'azienda, in una nota, conferma, quindi gli impegni presi nelle sedi istituzionali, e in particolare al tavolo aperto al Mise. "I nostri piani - si dice nel documento - non cambiano, nonostante la pandemia di Covid-19 abbia sconvolto un settore, quello dell'automotive, che stava già attraversando un periodo di rallentamento e trasformazione, frutto della combinazione di diversi elementi di incertezza. Del resto, - viene sottolineato - il mercato europeo dell'auto è paralizzato, visto che in tutti i maggiori Paesi, almeno dalla metà del mese di marzo sono state applicate severe misure di contenimento della diffusione della pandemia, con la conseguente chiusura della maggior parte delle attività produttive e delle concessionarie".

Nonostante ciò Baomarc rimarca che manterrà "i propri impegni"; si attende, però, che "anche la Regione Abruzzo mantenga fede" a quelli assunti in sede ministeriale dalla Giunta regionale precedente e da quella attuale, perché tali impegni rappresentano parte integrante e vincolante nella realizzazione del piano industriale". Che prevede, tra l'altro, la riassunzione di parte dei dipendenti ex Honeywell. Baomarc "solleciterà a breve un incontro con la Regione in modo da verificare e ottenere conferma degli impegni annunciati", al fine "di non accumulare ulteriori ritardi rispetto a quelli causati dall’epidemia da Covid-19". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 815

Condividi l'Articolo