Pescara. Gli fanno multa, pretende pieno benzina a scrocco: arrestato e condannato

Minaccia i dipendenti di una pompa di benzina della zona di Portanuova  a Pescara perché vuole fare il pieno a scrocco e per ciò finisce in manette. Con l’accusa di estorsione, infatti, ieri pomeriggio il 68enne P.F. è stato arrestato dalla Volante di Pescara, che lo ha beccato, in flagrante, ad aggredire il personale del distributore di carburanti.

Tutto era cominciato 3 giorni fa quando l’uomo, nottetempo, aveva lasciato posteggiata la sua macchina proprio sui tubi del rifornimento. La vettura era stata rimossa dai vigili urbani, che al contempo avevano anche elevato una multa nei confronti del proprietario del mezzo. Quest’ultimo ha però ritenuto i dipendenti del distributore responsabili dell’accaduto, costringendoli così a risarcirlo facendogli il pieno di carburante, sotto il ricatto di gravi ritorsioni.

Ma non è finita qui, perché il giorno dopo è tornato al distributore pretendendo che si facesse il pieno anche a una sua seconda macchina. A quel punto è stato richiesto l’intervento del 113 e, questa mattina, l'automobilista è stato condannato a 2 anni di reclusione, pena patteggiata.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1009

Condividi l'Articolo