Risse, molotov, danneggiamenti: le notti brave di Lanciano. Distrugge cestini spazzatura: denunciato
GUARDA LE FOTO

La foto dei cestini della spazzatura divelti e devastati, la scorsa notte, in piazza Plebiscito, vicino al Comune, ha fatto il giro dei social.

"Non riesco a comprendere la follia di taluni che distruggono tutto quello che gli pare!!!", tuona su Facebook l'assessore comunale Davide Caporale. 

L'autore dello scempio, l'ultimo di una serie in città, ha avuto però le ore contate. Perché, dopo il fatto e il tentativo di svignarsela, è stato fermato dalla polizia nella vicina via dei Frentani: è stato identificato e segnalato alla magistratura per danneggiamento. Si tratta di un diciassettenne.

Nel post lockdown atti delinquenziali in crescita. Due risse in sei giorni e ripetuti atti di vandalismo. Ed è per ciò partita la controffensiva della Questura di Chieti che ha predisposto ferrei controlli. Oltre alle volanti del commissariato, in questi giorni setacciano Lanciano altri due equipaggi dell’Anticrimine di Pescara. "I cittadini non si sentono tranquilli ed abbiamo percepito questa preoccupazione – conferma la dirigente del commissariato, Lucia D’Agostino -. Vogliamo offrire loro maggiori garanzie di presenza e sicurezza sul territorio. I controlli si stanno concretizzando su vasta scala". Situazione da tenere sotto controllo, specialmente dopo la violenta rissa tra due rami della famiglia rom Guarnieri che venerdì scorso hanno messo a ferro e fuoco il quartiere di Santa Rita. Risultato sei feriti, tra cui due donne, e 17 partecipanti alla zuffa, a suon di bastoni e cric di ferro, che sono stati identificati. Per due di loro sono scattati gli arresti.

Per la precedente rissa davanti ad un bar della zona tra viale delle Rose e il piazzale della vecchia stazione ferroviaria, seguito da attentato con bottiglia incendiaria a un negozio di frutta, i carabinieri hanno già denunciato tre giovani, tra cui due donne. Situazione che preoccupa fortemente anche il sindaco Mario Pupillo che si accinge ad implementare i sistemi di video sorveglianza. Ieri, infatti, definita in Comune la partecipazione a un bando nazionale per 200 mila euro, legato proprio alla sicurezza attraverso telecamere.

Nei giorni passati ignoti hanno devastato otto macchine parcheggiate in via del Torrione, a un passo dal municipio. E l’altro ieri l’impianto dell’ascensore del parcheggio di via per Frisa, che porta al quartiere di Lancianovecchia, è stato sporcato con vernice ed è stato usato come orinatoio. Pupillo è inviperito oltre misura. L'altro ieri notte, poi, la molotov lanciata davanti al "Bar Paone" in via Romagnoli. "Tra risse, vandalismo e delitti ambientali – dice Pupillo - notiamo che è in atto una deriva civica; certo non solo qui. Ma una risposta ci deve essere".

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2782

Condividi l'Articolo