Esclusivo. Lanciano. Caccia ai cinghiali, ma colpiscono vetri di azienda. Spari a Re di Coppe vicino alle case
GUARDA LE FOTO

Era in atto, a Lanciano (Ch), una battuta serale di caccia ai cinghiali, dopo l'ordinanza del sindaco Filippo Paolini, che ha dato l'ok all'uccisione selettiva degli ungulati. Ma si sono creati momenti di rischio, su cui sono in corso indagini.

Un proiettile, infatti, l'altra sera, ha colpito e sfondato, nella zona industriale di Lanciano (Ch), una delle vetrate del "Lanificio Fratelli Bianco". Nello stabile c'è anche l'abitazione degli imprenditori. "Ero sul balcone - racconta, ad Abruzzolive.tv, Sergio Bianco, uno dei titolari - e, dal lato opposto, ho sentito tre colpi: uno intorno alle 20.30, il secondo alle 21.14 e il terzo alle 21.45". Fischiavano pallottole. "Ad un certo punto il rumore dei vetri spaccati di una finestra del magazzino, al secondo piano, a circa 10 metri d'altezza. "A quel punto - prosegue - ho allertato carabinieri e polizia, che sono arrivati ed hanno effettuato un sopralluogo". 

"Non riuscivo a capire - viene aggiunto - che stesse accadendo, fino a che, dal commissariato, mi hanno fatto sapere che quegli spari erano quasi certamente dovuti ad una battuta di caccia che era stata effettuata in zona. Una situazione incredibile e di grave pericolo". Segno di avventatezza. "Il giorno seguente - viene rimarcato - , insieme ai miei dipendenti, mi sono messo alla ricerca del bossolo e l'abbiamo trovato e consegnato alle forze dell'ordine. E' compatibile con quello di un fucile da caccia". 

"Un episodio inquietante, su cui dovrà essere fatto chiarezza".

Anche in contrada Re di Coppe, dopo la mezzanotte, spavento, per diversi residenti, per colpi di arma da fuoco che sono risuonati vicino alle abitazioni. "Siamo sobbalzati da letto - raccontano alcuni residenti -. Poi abbiamo capito che probabilmente erano cacciatori... Ma si può andare in giro sparando così?"  30 giu. 2022

URANIO UCCI e SERENA GIANNICO

@RIPRODUZIONE VIETATA

Nelle foto la finestra del Lanificio Bianco colpita

totale visualizzazioni: 6641

Condividi l'Articolo