Ospedale Lanciano. 'Carenza di personale e servizi negati ai cittadini'. Interpellanza dei 5Stelle

“I disagi che ogni giorno i cittadini sono costretti ad affrontare per la cronica carenza di personale dell’ospedale Renzetti di Lanciano (Ch) non sono più tollerabili".

Così Francesco Taglieri, consigliere regionale dei 5Stelle che, sulla questione, ha presentato un’interpellanza in Consiglio regionale "per avere risposte dal presidente Marco Marsilio, dall’assessore alla Sanità e da tutto il governo regionale che, finora, non ha mosso un dito".

"Nell'unità operativa complessa di Radiologia - afferma Taglieri - mancano tre unità, in Otorino e in Urologia due, ma in quest’ultimo caso diventeranno ben presto tre per via di pensionamenti, e una in Gastroenterologia. Situazione altrettanto grave si registra in Ginecologia, dove le carenze sono addirittura quattro, e in Medicina riabilitativa, dove mancano tra i quattro e i cinque terapisti. A queste si aggiunge l’unità attualmente assente in Anestesia e Rianimazione, dove tra pensionamenti e trasferimenti la situazione peggiorerà, arrivando a tre unità”.

"La conseguenza - viene fatto presente - è il mancato rispetto dei parametri previsti per un Dea di I livello, con servizi che prevedono copertura h24 garantiti solamente fino alle 14, dal lunedì al giovedì, e pazienti dirottati a Vasto e Chieti per le emergenze. Il disagio vissuto quotidianamente dal personale, che ha accumulato 1.500 giorni di ferie ancora da smaltire nel solo reparto di Anestesia e Rianimazione, è enorme, con turni massacranti che si concludono ben oltre il turno di lavoro previsto”.

"Il governo regionale - conclude - continua a negare le prerogative che spettano al presidio di Lanciano, creando una disparità evidente con altre zone dell’Abruzzo. La Lega e tutto il centro destra sono arrivati al governo promettendo di avere la ricetta per tutti i mali di questa regione, eppure niente sta cambiando".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1333

Condividi l'Articolo