Coronavirus. Lanciano. 'Via le vaccinazioni dal Palamasciangelo', ma la Asl dice no

Spostare le vaccinazioni anti Covid-19, dal PalaMasciangelo perché nel complesso sportivo debbono riprendere gli allenamenti delle varie società. Così il Comune di Lanciano (Ch), ma la Asl oppone un netto rifiuto. Ed è subito polemica. 

Il sindaco Mario Pupillo avrebbe voluto trasferire l'hub vaccinale a Lancianofiera dove c'è già il drive in per i tamponi. Ma dal direttore generale Asl, Thomas Schael, è giunto un diniego. "Abbiamo, dopo diversi informali contatti con l’Asl, - dice Pupillo - predisposto quanto necessario per riproporre alla Fiera gli stessi spazi forniti di servizi, collegamenti informatici e quanto necessario per operatori, medici e volontari. La risposta della Asl è stata negativa, adducendo l’impossibilità di informare i cittadini del cambio di sede. La probabile data di restituzione del PalaMasciangelo sembrerebbe slittare dunque a fine ottobre, ovvero quando si esauriranno le prenotazioni in quella struttura. Le ragioni ci sembrano inconsistenti e irricevibili. Abbiamo pertanto richiesto un incontro urgente con la Asl per venire incontro alle esigenze delle società sportive". Confronto che è stato convocato per mercoledì prossimo a Chieti.

"Questi sono i motivi - tuona Pupillo - per cui si stanno generando disservizi per l’utilizzo del PalaMasciangelo, che purtroppo non dipendono dal Comune ma dal direttore Asl che a Lanciano sembra trovare un luogo privilegiato per creare ostacoli invece che risolvere problemi. Prendiamo atto che a Vasto lunedì il PalaBcc tornerà a funzionare come un palazzetto dello sport dopo i mesi di vaccinazione". 25 set. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1636

Condividi l'Articolo