Lanciano. Consiglio comunale approva bilancio di previsione

Nella tarda serata di ieri il Consiglio comunale di Lanciano ha approvato a maggioranza il bilancio di previsione 2019. "Un bilancio che può essere riassunto in questi punti: più investimenti, pressione fiscale stabile, riduzione dell'indebitamento, conferma del taglio del 25% delle indennità di sindaco e assessori, via libera a 27 nuove assunzioni, recupero dell'evasione, conferma dei servizi a domanda individuale e massima attenzione al sociale", ha sottolineato nel corso della sua relazione l'assessore alle Finanze, Carlo Orecchioni.

Nel dettaglio: le entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa sono di 16.157.777,74 euro (15.516.856,52 nel 2018), i trasferimenti correnti 10.300.004 euro (9.385.8400 nel 2018), le entrate extra-tributarie 4.703.397,31 (5.220.408,72 nel 2018), le entrate in conto capitale 10.555.648,76 euro e le entrate per riduzione attività finanziaria e accensione di mutui 1.930.000; tra i titoli di spesa si registrano spese correnti per 30.544.312,54 euro (comprensive di 2.008.783,20 euro di rate mutui) e spese in conto capitale 15.991.272,47 euro.

"Gli investimenti complessivi per l'anno 2019 ammontano a 1.930.000 di fondi propri, finanziati attraverso mutui: destinati alla manutenzione straordinaria del patrimonio comunale, alla messa in sicurezza delle scuole, delle strade di proprietà comunale, a interventi a prevenzione del rischio idraulico e alla realizzazione del nuovo campo sintetico per il “Marcello Di Meco” del quartiere Santa Rita. Inoltre, attraverso una virtuosa operazione di ricognizione effettuata nel settore Finanze a partire dallo scorso mese di agosto che hanno permesso di recuperare circa 130.000 euro, saranno realizzate le pensiline per le fermate del trasporto pubblico urbano a partire dalle contrade (90.000 euro) e l'acquisto di ulteriori telecamere di videosorveglianza destinata alla prevenzione e alla sicurezza urbana", ha aggiunto Orecchioni.

"Anche per i prossimi esercizi continuerà l’azione intrapresa nel campo del recupero dell’evasione tributaria che dal 2000 ad oggi ammonta ad oltre 7 milioni di euro: un obiettivo che riteniamo doveroso perseguire perché ispirato ai valori fondamentali dell'equità, della giustizia sociale e della legalità. Le previsioni stimate per questa voce di bilancio sono pari a 861.046,78 euro, contro i 520.000,00 dello scorso anno. Nel 2019 la nostra percentuale di incidenza degli interessi passivi scende al 4,07 % delle entrate correnti (rispetto al 5.39% del 2015,4.98 del 2016 e 4.44% del 2017, ultimo consuntivo approvato); i nuovi mutui sono inferiori alla somma del rimborso dei mutui precedenti per 78.000 euro", ha spiegato l'assessore.

"Per quanto riguarda le entrate tributarie, si confermano gli importi, i criteri e le aliquote già in vigore, che si erano dimostrate equilibrate e necessarie: abbiamo mantenuto stabile la pressione fiscale confermando le fasce di esenzione dall’addizionale comunale. È stata confermata la riduzione del 25% delle indennità di sindaco e assessori, con un risparmio per le casse comunali di 52.931 euro l'anno, che sommati agli importi derivanti dalla riduzione del 50% di alcuni assessori che non sono in aspettativa dal lavoro, diventano 89.000 euro di minor spesa per le casse comunali, che rientrano nella fiscalità generale. Dal 2015 ad oggi la giunta Pupillo ha devoluto a favore della città oltre 265.000 euro. Abbiamo confermato con grande sacrificio i servizi a domanda individuale come asili nido, impianti sportivi, trasporto scolastico: si tratta di una voce importante, perché le uscite pari a oltre 2.663.000 euro vengono coperte con 1.555.000 euro (58,38%) con la compartecipazione dell'utenza e il restante 1.108.000 rimane a carico del Comune; circa 80.000 euro in più la quota del comune rispetto allo scorso anno. La spesa per il personale ammonta complessivamente a 7.598.850,45 euro, inferiore di oltre 160.000 euro a quella dell’ultimo esercizio finanziario. Le 27 nuove assunzioni in programma gravano sul bilancio 2019 per circa 206.000 euro, che a regime nei prossimi anni saliranno a 856.000. L’incidenza delle spese del personale (201 dipendenti) sulla spesa corrente per il 2019 è pari al 26,63%. Sono diminuiti gli interessi sulle anticipazioni di cassa, da una somma di circa 200.000 nel 2017 e circa 50.000 nel 2018, ai 23.000 di quest’anno: a dimostrazione che si fa sempre meno ricorso e per minor tempo a questa pratica, frutto di una amministrazione più attenta, prudente, oculata e responsabile. Era un parametro che rientrava nei nostri obiettivi, del quale nel corso del 2018 avevamo più volte monitorato aggiornando anche in consiglio e che oggi possiamo confermare".

"I criteri fondamentali che hanno guidato la costruzione del bilancio e che ispirano la nostra azione amministrativa continuano ad essere l’ottimizzazione delle risorse a disposizione, l’attenzione assidua e rigorosa alla spesa pubblica e una politica prudenziale nella costruzione delle previsioni. Questi elementi hanno portato a risultati positivi soprattutto in termini di economia di spesa e di riduzione dell’indebitamento, e quindi auspico che possano essere consolidati anche nei prossimi anni. Il Bilancio di Previsione ha ottenuto il parere favorevole dell'organo di revisione dei conti, certificando inoltre lo stato di salute del nostro ente considerando che i 10 parametri considerati per l’individuazione delle condizioni strutturalmente deficitarie risultano tutti negativi. Un doveroso ringraziamento va a tutti i componenti della maggioranza: consiglieri, sindaco, giunta, per aver condiviso in questi mesi la predisposizione del più importante documento programmatico. Un ringraziamento particolare a Paolo D'Antonio, dirigente del settore Finanze del nostro Comune, per aver saputo trasformare in valori economici le esigenze ed i programmi di tutti i settori", ha concluso l'assessore.

@RIPRODUZIONE VIETATA

Nella foto l'assessore Orecchioni

totale visualizzazioni: 437

Condividi l'Articolo