Così la Diocesi Lanciano-Ortona diventa... social

Diventa "social" la Diocesi di Lanciano-Ortona (Ch). Sempre più alla portata di cellulari e tablet , la chiesa frentana, già presente sui canali tradizionali, adesso ha anche una pagina ufficiale Facebook e viaggia su Telegram.

"Occorre un tempo di speranza che sappia vincere la paura –  afferma l’arcivescovo Emidio Cipollone -. Un tempo che sappia illuminare la notte e un tempo di ascolto che sappia intercettare i bisogni antichi e nuovi. La pandemia e la conseguente emergenza sanitaria, sociale ed economica che ne è derivata ha mostrato in maniera chiara l’importanza delle nuove forme di comunicazione". Che approda su internet. La comunicazione, quindi, occupa sempre più un posto di rilievo ed è stata affidata al giornalista Pier Paolo Di Nenno e al webmaster Alessandro Acciavatti. 

"Guai a me se non evangelizzo!" Così diceva San Paolo scrivendo alla comunità cristiana di Corinto – commenta il vescovo -, ricordando a se stesso e a tutti il motivo per cui era andato nella loro città. Oggi, anche attraverso il rinnovato Ufficio delle comunicazioni sociali, vogliamo continuare questa fondamentale missione: annunciare la buona novella del Vangelo qui, ora e a tutti con un linguaggio comprensibile e con modalità facilmente accessibili, anche ai più giovani e ai più 'smart'! Muoviamo i primi passi di questo percorso proprio all’inizio del nuovo anno liturgico: il Signore che squarcia i cieli e si fa uno di noi per salvarci ci benedica e ci accompagni in questo cammino che, certamente, con il Suo aiuto e la collaborazione di tutti non mancherà di portare frutti abbondanti". 

Cipollone aggiunge: "Ad indirizzare questo tempo nuovo saranno i grandi temi dell’ecologia integrale e della sinodalità. Vivere la sinodalità nelle comunicazioni sociali, significherà dare spazio all’ascolto e al dialogo dentro e fuori la comunità cristiana".   30 nov. 2020

Iaia Fioretti

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 742

Condividi l'Articolo