Inaugurato a Pescara il primo blocco del Covid Hospital, situato nellex Ipav. "Lavori realizzati in tempi record e rispettando le leggi, dall'indizione della gara in poi...", dice il presidente della Regione, Marco Marsilio, che prosegue: "Un'opera importante e strategica per la città anche quando l'emergenza sarà finita".

Breve visita nella struttura. "Dove - afferma l'assessore regionale alla Salute, Nicoleta Verì - sono già disponbili 32 posti dei 181 previsti. Finora è stato realizzato il 40 per cento del progetto". Il costo complessivo degli interventi, eseguiti dalla Omnia Servitia Srl, è di circa 11 milioni di euro. 

"Pescara - afferma Lorenzo Sospiri, presidente consiglio Regione Abruzzo - ha avuto l’intuizione che non c’è stata né al progetto Fiera di Milano né altrove in Italia, ovvero la necessità di realizzare un Covid Hospital distinto, distante, protetto, ma comunque dentro il complesso dell’ospedale civile di Pescara. Una struttura che oggi serve per affrontare un’emergenza sanitaria che non è finita, e infatti abbiamo ancora 100 pazienti ricoverati, ma che una volta finita la crisi, potrà essere utilmente impiegata per qualunque altra esigenza del nostro nosocomio".

Alberto Albani, responsabile regionale Task force coronavirus: "La struttura permetterà una completa ripresa delle attività  sanitarie all'interno del 'Santo Spirito'. Subito spostati 50 pazienti". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 832

Condividi l'Articolo