Tredici posti letto di terapia sub-intensiva a beneficio dei reparti di Malattie infettive e Pneumologia.

Sono stati inaugurati oggi, all'ospedale "Santissima Annunziata" di Chieti, dal presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio. Intervento realizzato grazie ad un finanziamento di poco meno di un milione di euro nell’ambito del potenziamento della rete Covid.

"In tempi record – dice Marsilio – siamo riusciti a realizzare ulteriori spazi da destinare ai pazienti affetti da coronavrus. Si tratta di posti letto oggi indispensabili per fronteggiare al meglio l’evolversi della pandemia in questa fascia di territorio. Posti letto – ha proseguito Marsilio – che, se avessimo avuto i poteri di attivare tra maggio e luglio, quando è stato emanato lo specifico decreto, sarebbero già disponibili da lungo tempo. Avendo avuto i poteri solo ad ottobre, – ha ribadito – nel pieno rispetto dei tempi, anzi con tempistiche accelerate considerando i tempi medi della Pubblica amministrazione, stiamo consegnando nuovi posti letto che, in questo momento di emergenza, alla luce della notevole pressione esercitata sulle nostre strutture sanitarie dalla diffusione delle varianti del virus, rappresentano un tassello fondamentale".

Taglio del nastro con il direttore generale della Asl, Thomas Schael, e con l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, che spiega: "Abbiamo concepito una rete Covid rimodulabile a seconda delle esigenze, in un momento  in cui c’è assoluto bisogno di ampliare il numero dei posti letto a disposizione". L’assessore Verì si è soffermata anche sulla diffusione del virus. "Purtroppo, – sottolinea – in Abruzzo i nuovi casi di positività sono per il 70 per cento da attribuire alle varianti. Tuttavia, l’elemento positivo è che siamo riusciti a circoscrivere i nuovi casi nelle realtà in cui si sono registrati. Inoltre, – ha aggiunto – l’indice Rt sta leggermente scendendo e questo è un elemento che ci regala un po’ di speranza". 

Tra gli altri erano presenti gli assessori regionali Daniele D’Amario e Nicola Campitelli e il consigliere regionale Mauro Febbo.  25 feb. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 460

Condividi l'Articolo